4 risposte sul calcolo dell’aliquota IRES

aliquota IRES

Il calcolo dell'imposta sul reddito delle società (IRES) può essere un vero grattacapo per gli imprenditori. Questa imposta è calcolata sugli utili che una società realizza in un determinato anno e si applica alle società domiciliate in Italia sulla base di una determinata aliquota IRES.

Lo scopo di questo articolo è quello di spiegare in modo chiaro e semplice le questioni contabili relative al calcolo dell'imposta sulle società: quali società sono interessate? Come determinare l'utile imponibile? Quale tasso dovrebbe essere applicato?

Selezione software

N2F

N2F
Dematerializzazione e conservazione a norma delle note spese
Prova Gratuita
Vai alla scheda

monday.com

monday.com
La piattaforma più intuitiva per gestire progetti e squadre
Visita il sito
Vai alla scheda

Yousign

Yousign
La migliore soluzione per la firma elettronica dei documenti
Prenota una demo
Vai alla scheda

1- Quali società sono interessate dall'aliquota IRES?

Imposta sul reddito delle società (IRES) o imposta sul reddito (IRPEF)?

L’IRES è un’imposta proporzionale sul reddito delle società che è frutto dell’applicazione di un’aliquota ordinaria (24% a partire dalla legge di stabilità 2016 ) che è stata istituita dal d. lgs. 344/2003 in sostituzione del l’imposta sul reddito delle persone giuridche (IRPEG).

Le imprese sono soggette all’applicazione dell’aliquota IRES con eccezione degli enti non commerciali

Se la società, quindi, è soggetta all'imposta sul reddito, l'imposta è a nome della società.

Secondo l’articolo 73 del Testo unico delle imposte sui redditi (DPR 22/12/19686, n.917) l e condizioni per essere soggetti a quest’imposta sono:

  • Società, di capitali cooperative e società di mutua assicurazione con residenza in Italia
  • Altro tipi di ente (che non rientra nella definizione di società) residenti in Italia e con come scopo principale (o esclusivo) un’attività principale
  • Enti residenti i Italia che non esercitano attività commerciale
  • Qualsiasi tipo di ente, con o senza personalità giuridica e non residente in Italia
  • I trust rientranti in una delle categorie sopra citate

2 - Quali sono le tariffe attuali?

Graduale riduzione dell'imposta sulle società

L’IRES in se e per se nasce nel 2004, prima avevamo in vigore l’IRPEG. Se pensiamo al tasso IRPEG del 2000 (37%) abbiamo assistito ad una graduale ma consistente riduzione per essere arrivati al 24% a partire dal 2018 grazie alla legge di stabilità 2016.

 

© Il Corsivo Quotidiano

3 - Come calcolare l'imposta sulle società del 2020 per la vostra azienda?

Calcolare la base imponibile

La base imponibile corrisponde agli utili realizzati in Italia. Per trovare questa base imponibile è necessario utilizzare la seguente formula:

Base imponibile IRES = Reddito civlistico lordo prima delle imposte + variazioni fiscali (indicate nel TUIR) - ritenute per crediti e acconti d’imposta

Per variazioni fiscali intendiamo:

In aumento

  • Ricavi fiscali non presenti nel reddito civilistico (perchè presenti in quello di altri esercizi)
  • Costi indeducibili fiscalmente (anche solo parzialmente)

In riduzione

  • Costi di competenze di esercizi passati ma deducibili nell’esercizio in corso
  • Ricavi che rientrano nel reddito civilistico ma che fiscalmente sono da riporta

Versamento dell’IRES

Per sapere quando dovrete effettivamente pagare:

  • Acconto IRES : l’acconto è pari all’imposta dell’esercizio precedente. Se supera 257,52€ sono previsti 2 versamenti.

    • 40% 1° acconto la stessa data del versamento del saldo (giorno 16 del 6° mese dalla chiusura dell’esercizio)
    • 60% 2° acconto l’ultimo giorno dell’11esimo mese dalla chiusura dell’esercizio)

      Per capirci: se chiudete l’esercizio il 31/12 il primo acconto è da versare entro il 16 giugno e il secondo entro il 30 novembre.

      • Versamento del saldo Ires: come già detto il 16° del 6 mese dalla chiusura dell’esercizio

4 - Quali sono le condizioni di pagamento?

Per versare la propria quota IRES dell’anno bisogna servirsi del modello f24 indicando il corrispondente codice tributo . Per fare un veloce richiamo sulla presentazione del modello in questione:

  • Non titolari partita IVA
    • Sportello Agenzia delle Entrate sul territorio
    • In banca
    • Alle poste
  • Titolari partita IVA
    • Servizi online F24 e e F24 Online
    • Mediante i servizi in banche online convenzionati con l’Agenzia delle Entrate
    • Tramite degli intermediari abilitati dall’Agenzia delle Entrate e rispettanti determinati criteri

Fonte: Agenzia delle Entrate

Sanzioni legate all’IRES

Non per mettervi pressione, ma ovviamente è bene sapere cosa succede quando le cose non vengono svolte come si deve, ecco quindi che parliamo di sanzioni.

Qualora foste in ritardo, qualora ci fossero omissioni ed irregolarità, potete sempre ricorrere al ravvedimento operoso. Infatti, per tutti i casi menzionati, è previsto un sanzionamento da parte dell’Agenzia delle Entrate ma col ravvedimento operoso sarete voi a dichiare l’errore pagando una multa ridotta ( sempre meglio scegliere di riconoscere lo sbaglio e non sperare in una disattenzione, siate onesti!).

Andando alle cifre: secondo l’articolo 23 del d.lgs. n. 471/97 è previsto il pagamento del 30% della somma non versata o versata in ritardo. Però, con il d. lgs n. 158/2015 la sanzione viene dimezzata se il ravvvedimento operoso viene fatto entro 90 giorni. Addirittura se fatta entro 15 giorni è del 15% per 1/15 per ogni giorno in questi limiti.

Imprenditori, calcolate facilmente la vostra imposta sulle società

 

Speriamo che il calcolo dell’IRES non dovrebbe sia più un problema per voi.

Ovviamente una buona tenuta contabile non può che giocare a vostro favore ed evitarvi problemi. In un momento in cui la dematerializzazione diventa sempre più importante, un servizi di contabilità come StudioJet, Mexal e contabilità fiscale.

Selezione software

noCRM.io

noCRM.io
Soluzione efficace di gestione dei lead per i commerciali
Provalo Gratis
Vai alla scheda

PayFit

PayFit
Pagare i vostri dipendenti non è mai stato così facile
Visit Website
Vai alla scheda

Dokmee

Dokmee
Soluzione di gestione dei contenuti elettronici (ECM)
Visit Website
Vai alla scheda
Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento