Deliverable di progetto > step necessari per ottimi risultati

di Virginia Fabris, il 08/04/21
deliverable di progetto

Come assicurarsi degli ottimi risultati finali in una realizzazione progettuale? Attorno a questa domanda ruota l’intera macchina di un progetto. Lo scopo con cui è realizzato un dato progetto, infatti, è quello di creare un determinato prodotto o servizio che corrisponda alle aspettative del cliente.

Per poter ideare e concretizzare un adeguato prodotto finale, tuttavia, il team di progetto deve cercare di organizzare il proprio lavoro. Questo perché è consigliabile non arrivare allo stadio conclusivo con un prodotto o servizio non ancora testato e valutato in toto.

Ecco perché è nato il concetto di deliverable di progetto, che si tende ad utilizzare spesso nel Project Management. Vediamo nel dettaglio perché questa nozione risulta fondamentale nella gestione progettuale.

Cos’è una deliverable di progetto? Definizione

Deliverable di progetto è un’espressione anglosassone usata nell’ambito del Project Management per indicare i prodotti che il cliente riceve tramite consegna o erogazione.

Tali prodotti (o servizi) non devono necessariamente corrispondere agli elaborati finiti, ma possono anche essere i risultati intermedi di una delle fasi interne al progetto. Infatti, nel primo caso, essi vengono, piuttosto, chiamati milestones.

Dunque, in ambito di gestione di progetto, deliverable può essere considerato come sinonimo di “risultato intermedio”. Ogni risultato intermedio di un progetto, ovvero ogni deliverable, deve essere in possesso delle seguenti caratteristiche:

  • Unicità: il deliverable di progetto è un output unico ed univoco. Ovvero, esso è: specifico, ben individuabile e possiede un ruolo preciso e fondamentale all’interno del progetto in cui è realizzato.
  • Misurabilità: il deliverable di progetto deve essere misurabile.
  • Verificabilità: il deliverable di progetto deve poter essere soggetto a verifica. Questo è il solo modo per poter garantire un prodotto finale di qualità e, quindi, la riuscita del progetto.

Deliverables vs. Milestones

Nel Project Management, i deliverables di progetto sono, dunque, la concretizzazione degli obiettivi intermedi. Essi hanno lo scopo di fissare i risultati delle task, ovvero di tutte le attività in corso e/o compiute in una determinata fase del piano progettuale in realizzazioni concrete.

I deliverables di progetto hanno lo scopo di fornire un riscontro concreto del procedere del progetto, ovvero di controllare e verificare l’andamento dello stesso. Infatti, attraverso lo sviluppo di un prodotto concreto, si può non soltanto più facilmente monitorare i progressi del team, ma è anche possibile condividere i progressi con i committenti.

Nell’ambito del Project Management, i deliverables si contrappongono ai milestones. Se, infatti, i deliverables sono prodotti intermedi della realizzazione progettuale, i milestones sono, invece, la concretizzazione degli obiettivi finali.

Esempi di deliverables di progetto

Come abbiamo detto, un deliverable di progetto può essere o un prodotto o un servizio. Nella pratica, dunque, esso può corrispondere ad un’ampia gamma di risultati differenti; esso può essere, ad esempio:

  • Un prodotto fisico: oggetto realizzato o servizio erogato sotto forma di prototipo o di corso di formazione;
  • Un prodotto documentale: un documento come, ad esempio, un piano di business o di comunicazione, un rapporto tecnico, ecc.

Ad esempio, se un milestone, ovvero un prodotto finale, può essere un edificio. In questo contesto, i suoi deliverables possono essere, quindi: le autorizzazioni alla costruzione, gli impianti elettrico ed idraulico dell’edificio, i muri ed i vari rivestimenti, il tetto, ecc.

Che caratteristiche deve avere un deliverable di progetto

Un deliverable di progetto deve avere ed esprimere un contenuto tangibile e significativo in termini di adeguatezza rispetto al fine per il quale è stato concepito. Costituendo esso il primo passo verso il prodotto finito, il deliverable deve, pertanto, essere misurabile. Le sue caratteristiche devono, poi, poter essere valutate in base a standard specifici fissati in corso di pianificazione e di attuazione del progetto.

Ciò significa che, in corso d’opera, bisogna definire e stabilire dei parametri in base ai quali vanno realizzati il test di adeguatezza e la verifica del risultato (Scope Management). I parametri vanno poi, riassunti in una check list che va accordata o fatta revisionare dalla committenza.

Infatti, i deliverables di progetto sono destinati ai clienti, ovvero devono essere consegnati agli stakeholders del progetto. Sono questi ultimi che, in definitiva, devono essere soddisfatti del deliverable o devono processare la qualità del deliverable secondo i loro standard. Essi sono anche tenuti ad esprimere le loro opinioni rispetto a possibili miglioramenti da apportare al prototipo di prodotto. Il prodotto finale, infatti, deve incontrare le loro aspettative.

A tal fine è utile provvedere allo sviluppo progressivo di un prototipo di prodotto che possa essere ottimizzato via via che le fasi del progetto vengono portate a termine. In questo modo sarà possibile evitare di trovarsi di fronte all’inconveniente di presentare un milestone, ovvero un prodotto finale, completamente diverso da quello che il committente aveva in mente o desiderava.