Come fare e-recruitment in 7 passi

Come fare e-recruitment in 7 passi

È ormai accettato dai responsabili delle risorse umane e dai cacciatori di teste che l'e-recruitment è il modo migliore per sostituire gli annunci cartacei per la distribuzione delle offerte di lavoro.

Tuttavia, la pratica dell'e-recruitment va oltre e offre molte opportunità per qualificare ulteriormente le sue azioni di reclutamento.

Ecco perché in questo articolo vi offriamo i nostri consigli su come gestire in modo efficiente tutte le fasi dell'e-recruitment.

Ma prima di arrivare al nocciolo della questione, ricordiamo la posta in gioco con l'e-recruitment, nonché i suoi vantaggi e svantaggi.

Selezione software

monday.com

monday.com
La piattaforma più intuitiva per gestire progetti e squadre
Visita il sito
Vai alla scheda

Yousign

Yousign
La migliore soluzione per la firma elettronica dei documenti
Prenota una demo
Vai alla scheda

Kizeo Forms

Kizeo Forms
Utilizza un'unica soluzione e approfitta di molti vantaggi!
Visit Website
Vai alla scheda

Definizione di e-recruitment

L'e-recruitment è definito come l'insieme dei processi di ricerca e selezione del personale che, invece di svolgersi in modo tradizionale, vengono svolti attraverso servizi online.

☝️ La nozione di e-recruitment comprende tutte le fasi dei processi di selezione, dalla distribuzione dell'offerta di lavoro alla ricezione delle candidature, fino ai colloqui di lavoro che a volte si svolgono in videoconferenza.

Vantaggi e svantaggi dell'e-recruitment

L'e-recruitment consiste nell’aprirsi a nuove frontiere tecnologiche per ottenere i migliori risultati.

Tuttavia, il cambiamento e l'ottimizzazione dei processi può avvenire in modo corretto solo se si tiene conto dei vantaggi dell'e-recruitment - ma anche dei suoi svantaggi.

Vantaggi dell’ e-Recruitment

  • Una più ampia diffusione delle vostre offerte di lavoro. E se la vostra persona fosse dall'altra parte del paese o del mondo? Grazie all'e-recruitment, si raggiungono più persone.
  • Miglior targeting. A seconda del canale utilizzato (un jobboard specializzato per settore, ad esempio), si aumentano le possibilità di raggiungere candidati che corrispondono realmente a ciò che si cerca.
  • Aggiornamento rapido delle vostre offerte. Questo era impossibile ai tempi degli annunci di lavoro sulla stampa cartacea.
  • Molto meno tempo speso a cercare i candidati. Diffusione immediata delle vostre offerte, ricezione rapida delle candidature, possibilità di effettuare colloqui a distanza ... risparmiate tempo nella vostra assunzione e affrontate più rapidamente le situazioni di emergenza.
  • Esperienza dei candidati più gradevole, grazie a un mercato del lavoro aggiornato disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

 

Svantaggi dell'e-recruitment

  • Più informazioni da elaborare. Più ampiamente pubblicizzate le vostre offerte di lavoro, più domande di lavoro riceverete... che dovranno essere evase.
  • Un rischio maggiore di applicazioni meno qualificate. Poiché è più facile per i candidati rispondere alle offerte di lavoro, alcuni non esitano a candidarsi in massa, anche se non seguono mai.
  • Colloqui a distanza: anche se i colloqui in videoconferenza sono pratici in alcuni casi, non offrono lo stesso livello di valutazione dei candidati come un colloquio fisico.

© Pixabay/coffeebeanworks

Le fasi dell'e-recruitment

Sfruttare i vantaggi dell'e-recruitment implica l'adozione di alcune buone pratiche durante l'intero processo, che vi condurranno al reclutamento perfetto.

Vediamo quali insieme.

Numero 1: Scrivere un'offerta di lavoro che si venda da sola

Il vostro annuncio è spesso il primo punto di contatto tra il candidato e la vostra azienda. Il suo contenuto deve poi attrarre i talenti e trasmettere un messaggio chiaro e informativo.

I nostri consigli:

  • Titolo di lavoro esatto, descrizione chiara del lavoro, stipendio... non tralasciare alcun elemento.
  • La scelta delle parole è particolarmente importante in Internet: la popolarità di un titolo di lavoro corrisponde al numero di ricerche di una parola chiave. Verificate quindi quali sono i termini più qualificati per determinare il titolo della vostra offerta. Ad esempio, la parola "grafico" è molto più ricercata di "designer grafico".
  • Infine, attirare i migliori profili:
    • adattando il tono dei vostri contenuti al vostro target e all'immagine che volete trasmettere.
    • comunicando fin dall'inizio dell'annuncio i vantaggi della vostra azienda, la sua cultura, i suoi valori, ecc.

Numero 2: Sfruttare tutti i canali di distribuzione

L’ annuncio è stato scritto?

Per pubblicarlo, moltiplicate le opportunità utilizzando i numerosi canali di distribuzione disponibili sul web:

  • Job boards
  • Social network professionale
  • Il vostro sito

Numero 3: Cercare candidati passivi

Per superare la carenza di talenti e competenze in alcune professioni (ad esempio nel settore informatico), è necessario essere proattivi nel reclutamento.

Quindi, tenete presente che il vero gioiello può essere costituito da candidati passivi che, a differenza dei candidati attivi, sono attualmente impiegati e non sono apertamente in cerca di lavoro.

La buona notizia è che l’e-recruitment rende più facile raggiungere queste persone:

  • attraverso i social network facilitati dai social network (messaggistica privata su LinkedIn, networking, ecc.)
  • attraverso il reclutamento in entrata o le biblioteche di CV

Inoltre, Allibo Recruit offre la possibilità di costruire in modo intuitivo il proprio database di CV a partire dalle candidature ricevute. Questo software vi aiuta a segmentare e qualificare il vostro database di CV, al fine di trovare più facilmente candidati rilevanti durante le vostre future campagne di reclutamento.

 

 

©Allibo

Numero 4: gestire le applicazioni in modo ottimale

L’e-recruitment naturalmente vi porta a ricevere le candidature in abbondanza.

Tuttavia, sempre nell'ottica di migliorare l'esperienza del candidato, assicuratevi di elaborarle nel modo più efficiente possibile. In questo modo proteggete la vostra azienda dalla perdita di certi profili che possono essere infastiditi da una cattiva gestione da parte vostra (tempi di elaborazione troppo lunghi, risposte inadeguate o nessuna risposta, ecc.)

Ma non fatevi prendere dal panico, alcuni software vi permettono di evitare i noiosi compiti di un'altra epoca. Centralizzano i dati sfruttando un flusso di lavoro organizzato, interattivo e operativo.

Performa Recruit, ad esempio, supporta i responsabili delle risorse umane e i cacciatori di teste nell'organizzazione e nello snellimento dei processi di reclutamento. Importate ed elaborate i vostri CV, concentrate e sincronizzate le informazioni su un unico strumento, date priorità alle vostre azioni e seguite l'andamento delle vostre assunzioni a colpo d'occhio. Il tutto in modo semplice e intuitivo.

 

©Performa Recruit

Numero 5: Identificate il profilo che corrisponde senza commettere errori.

Quando scegliete i vostri candidati, pensate più che mai all'abbinamento.

Per farlo, dovete prima di tutto identificare e dare priorità ai precisi criteri e alle competenze specifiche della vostra azienda che attireranno la vostra attenzione:

Ma come affrontate questa quantità di dati da analizzare?

Anche in questo caso è importante utilizzare il software giusto. Hirebop, ad esempio, offre di abbinare i candidati con il vostro archivio dei requisiti. Inoltre, consente di assegnare un punteggio. In questo modo vengono selezionati i candidati con i migliori punteggi.

☝️ Tuttavia, vi consigliamo di non trascurare i profili atipici che, per la diversità delle loro esperienze e competenze, hanno molte qualità da offrire.

©Hirebop

Numero 6: Sfruttare il potenziale di Internet durante tutto il processo di reclutamento

Sfruttare i vantaggi dell'e-recruitment non si ferma alla distribuzione delle vostre offerte e al ricevimento delle candidature.

Considerate l'utilizzo di strumenti online durante tutto il processo di reclutamento.

Numero 7: Analizzate la performance delle vostre azioni

Infine, analizzate le vostre prestazioni per reindirizzare, se necessario, la vostra strategia di e-recruitment.

Per misurare l'efficacia delle vostre azioni, selezionate e monitorate i vostri indicatori chiave di performance, o KPI.

Per esempio:

  • il numero di candidature ricevute per un posto di lavoro,
  • il numero di candidati selezionati e soddisfatti,
  • il tempo necessario dall'individuazione della necessità all'integrazione del candidato,
  • il tasso di ritenzione dei vostri talenti in azienda,
  • la corrispondenza tra le prestazioni della recluta e le aspettative dell'azienda, ecc.

E-recruitment, poi cosa?

Il reclutamento online comporta, in ultima analisi, una presenza e una reattività qualificata su tutti i fronti: sviluppo del marchio del vostro datore di lavoro, distribuzione delle vostre offerte di lavoro, gestione dell'intero processo di reclutamento, abbinamento delle competenze, ottimizzazione dell'esperienza del candidato, ecc.

Fortunatamente, grazie ad una strategia ben funzionante e alla risposta tecnologica fornita da un software specializzato, vi state dando ogni possibilità di fornire alla vostra struttura i profili più adatti alle sue esigenze.

Ma attenzione, selezionatori, il vostro lavoro non si ferma qui: trovare la perla rara è un bene; tenerla è meglio!

Selezione software

N2F

N2F
Dematerializzazione e conservazione a norma delle note spese
Prova Gratuita
Vai alla scheda

Finom

Finom
La soluzione di fatturazione elettronica
Provalo per €0
Vai alla scheda

Wrike

Wrike
Un affidabile software di project management
Inizia gratis
Vai alla scheda
Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento