E-commerce : Cos’è e quali sono i suoi vantaggi?

Da Miriam Koudia
Il 20/10/21
definition backgroundE-commerce : Cos’è e quali sono i suoi vantaggi?

La maggior parte delle aziende già presenti sul mercato stanno pensando di aprire il loro sito e-commerce per permettere alla clientela di farsi un idea prima di venire in negozio, ma anche per chi vuole acquistare direttamente online di farlo in modo semplice e veloce.

L’e-commerce è una pista valida non solo per le aziende, ma anche per i venditori che possiedono un piccolo negozio e che vogliono estendere le loro vendite su un mercato più ampio. Un altro tipo di profilo che può essere interessato dall’e-commerce sono coloro che non possiedono un budget elevato per poter aprire un negozio e che preferiscono effettuare le loro vendite online .

Cos’è l’e-commerce?

L’e-commerce raggruppa l’insieme delle transazioni commerciali effettuate su internet.È anche conosciuto come commercio elettronico poiché i mezzi utilizzati per comprare sono digitali, quest’ultimi possono essere computer, smartphone, tablet, console, TV. Dal momento in cui si crea un sito di vendita online l’avventura con l’e-commerce è cominciata.Per poter creare un sito esistono vari siti come CMS, Shopify, Magento e molti altri.L’e-commerce viene utilizzato dalle aziende che possiedono già un negozio fisico e che voglio aprirsi verso nuovi mercati, ma anche da semplici venditori che hanno un budget limitato ma che vogliono iniziare questa avventura. L’-commerce è diventato un vero proprio business in quanto i consumatori possono comprare con un semplice click senza doversi spostare.

Quali sono i rischi e le opportunità di un attività e-commerce?

Per le aziende l'obiettivo dell'e-commerce è quello di generare più fatturato il tutto riducendo i costi e guadagnando un nuovo tipo di clienti.Ebbene se da un lato ci sono molte opportunità un venditore che vuole aprire un e-commerce deve essere molto prudente.

Ma quali sono le opportunità aprendo uno store online?

  • Il commercio on-line permette di velocizzare il processo di vendita in quanto i clienti possono dopo aver consultato il prodotto acquistarlo velocemente con un solo clic e guadagnare tempo.
  • L’e-commerce non è benefico solamente per il cliente ma anche per l'azienda, poiché permette di aumentare il fatturato e ridurre le spese del personale.
  • A seconda del prodotto commercializzato si possono trarre altri vantaggi per esempio se non è necessario avere un locale e i prodotti venduti non sono voluminosi è possibile risparmiare anche il costo dell'affitto.
  • Utilizzando questo metodo di vendita è possibile aprirsi anche al mercato internazionale.

Quali sono invece i rischi?

  • In alcuni casi i clienti preferiscono limitarsi ad utilizzare lo store Online solamente per consultare i prodotti ma preferiscono comprare direttamente in magazzino. per questo motivo se si vuole limitarsi a uno store unicamente Online bisogna scegliere Il settore adeguato.
  • Possibilità di essere vittima di crimini informatici
  • Perdita della riservatezza dei propri dati personali:difficoltà nella gestione dei dati

A cosa serve l’e-commerce?

Il suo scopo principale è quello di vendere i prodotti online, è un modo utilizzato sia dalle aziende che possiedono già un negozio fisico e che vogliono avvicinarsi ad un altro tipo di clientela , ma anche da singoli venditori che non hanno un budget sufficiente per aprire un negozio fisico e che per iniziare la loro attività preferiscono limitarsi a utilizzare uno store online. Per poter raggiungere un fatturato importante bisogna assicurarsi che il nostro sito e-commerce sia intuitivo e facilmente utilizzabile per garantire una migliore esperienza cliente.

Inoltre la descrizione del prodotto deve essere dettagliata, in modo da aiutare il cliente ed evitare commenti negativi.

Vantaggi del commercio elettronico

I vantaggi dell'e-commerce sono numerosi e tra questi vi sono:

  • Possibilità di ampliare il proprio mercato :grazie all’e-commerce si può entrare in nuovi mercati di vendita facilmente senza creare un nuovo sito internet.
  • Riduzione dei costi di un negozio fisico : grazie all’e-commerce non è più necessario affittare o comprare un locale per poter vendere i propri prodotti.
  • Automatizzazione dell’inventario : gli articoli venduti e gli articoli disponibili saranno contati in modo automatico, fornendo quindi una migliore visibilità dello stock disponibile.
  • Ridurre gli spostamenti dei clienti : spesso i clienti devono viaggiare per poter comprare un prodotto, grazie ai siti e-commerce e alla spedizione degli articoli possono risparmiare non solo il costo del viaggio ma anche il tempo.
  • Realizzare acquisti molto più rapidi : i clienti possono consultare l’articolo e ordinarlo con un solo clic da qualsiasi dispositivo.
  • Sviluppare una migliore relazione con i clienti : grazie allo chat 24h/24h
  • Raccogliere i dati sui clienti : proporre nuovi prodotti in base al profilo del cliente
  • 24h/24h : un negozio online non chiude mai! i clienti possono acquistare ad ogni ora.

Tipologie di prodotto e-commerce

In un sito e-commerce possono essere venduti diversi tipi di prodotti:

  • Prodotti fisici :per questo tipo di prodotto bisogna decidere, in base alle esigenze un luogo dove stoccare i prodotti e prevedere le spese e i tempi di spedizione.
  • Prodotti digitali :sono tutti i prodotti non fisici e scaricabili da internet come gli eBook, i giochi, i video, i planner ecc. questo tipo di prodotto è molto vantaggioso in quanto non solo non necessita uno spazio dove stoccarlo e le spese di spedizione, ma vi è anche il fatto che il cliente riceve il prodotto immediatamente. Dall’altro lato spesso il contenuto di questo tipo di prodotto viene piratato, bisogna quindi cercare di proteggere al massimo il proprio contenuto.
  • Servizi : consiste nel proporre servizi sia online , ma anche offline come i servizi di manutenzione automobilistica in questo caso il sito e-commerce è una vetrina della propria azienda

Quali sono i principali modelli di vendita e quale è meglio scegliere?

A seconda del prodotto bisogna scegliere il sito opportuno tra i seguenti:

  • Sito monoprodotto : è un sito in cui viene proposto un unico tipo di prodotto, questo tipo di sito e-commerce è adatto si mercati in cui vi è poca concorrenza e molta domanda.
  • Sito multibrand : in questo tipo di siti vi sono diversi prodotti di diverse marche e permette al cliente di ritrovare più articoli a seconda della sua esigenza.
  • Marketplace : in questo di siti, vi sono migliaia di competitori per questo bisogna lavorare sulla propria immagine e trovare le caratteristiche presenti nel nostro prodotto che possano fare la differenza rispetto a quelle degli altri e renderle visibili.

Tipologie di e-commerce

Ogni prodotto è dedicato a una clientela diversa per questo vi sono diverse tipologie di e-commerce:

  • B2B (Business-to-Business) : in questo caso la vendita viene effettuata tra due aziende ad esempio una tessitura che vende il tessuto a una tintoria.
  • B2C (Business-to-Consumer) : In questo caso la vendita avviene tra un azienda e il cliente finale . Nell’e-commerce questa forma di vendita è quella più comune
  • C2B (Consumer-to-Business) : in questo caso i consumatori propongono servizi alle aziende.
  • C2C (Consumer-to-Consumer) : sono siti e-commerce che permettono di effettuare vendite tra consumatori ad esempio i siti di noleggio di macchine tra un proprietari.

Le forme citate precedentemente sono le più comuni, tuttavia esistono altri tipi di forme come il G2C (Goverment-to-Consumer), il C2G (Consumer-to-Goverment) oppure il B2E (Business-to-Employer).

Principali modelli di business per eCommerce

A seconda del prodotto e del tipo di clientela vi sono diverse strategie per vendere un prodotto in questo paragrafo tratteremo ognuna di queste strategie a seconda del tipo di prodotto e di clientela.

Dropshipping

È la strategia più utilizzata nel mondo dell’ eCommerce. Questo tipo di strategia consiste nel vendere il prodotto senza possederlo.In questo caso l’obiettivo principale è quello di commercializzare il prodotto lasciando al fornitore il compito di occuparsi della produzione e della spedizione .Una volta effettuato il pagamento, il venditore trasmette il messaggio al fornitore il quale si occupa della spedizione del prodotto.In questo caso il guadagno del venditore consiste unicamente in una commissione che la più parte del tempo è molto scarsa.Il vantaggio di questo tipo di strategia è che non necessita costi iniziali, ma dall’altro lato il tempo necessario per una campagna marketing è molto lungo.

Wholesaling

Consiste nel comprare prodotti in grande quantità per beneficiare di un prezzo relativamente basso e rivenderli ai consumatori cercando di mantenere un prezzo basso rispetto a quello dei concorrenti.In questo tipo di modello è necessario gestire l’attività nella sua totalità in quanto ,sono necessari investimenti iniziali ed è necessario anche un magazzino dove poter stoccare la merce.

Warehousing

È un modello utilizzato principalmente da ditte che possiedono già un negozio fisico e che possiedono un locale dove stoccare i loro prodotti e che vogliono aprirsi ad un nuovo tipo di clientela.Questo tipo di azienda utilizza questo metodo per da un lato permettere ai clienti di consultare i loro prodotti prima di venire in negozio oppure per permettere a coloro già a conoscenza dei loro prodotti di acquistare senza doversi spostare.

White label

Consiste nell'acquistare un prodotto da un fornitore e lavorare sulla personalizzazione del prodotto e del suo packaging. L’inconveniente di questo tipo di modello è che spesso i fornitori richiedono un minimo di ordine perciò vi è il rischio in caso di non vendita dei prodotti di avere un enorme perdita di denaro, ma anche uno stock di merce elevato.

Produzione

In questo modello gli articoli vengono prodotti , stoccati e commercializzati all’interno dell’azienda.In questo modello siccome l’intero processo è effettuato da una sola azienda i guadagni possono essere elevati, tuttavia non tutte le aziende possono utilizzare questo modello poichè il budget per iniziare è spesso molto alto.Inoltre spesso per questo tipo di strategia le aziende scelgono di incaricare un servizio esterno della spedizione per potersi occupare in modo efficacie della produzione.

Subscription

È un modello in cui il cliente si iscrive ad un servizio o acquista una licenza annuale o mensile per accedere ad un prodotto o servizio. Questo tipo di modello è utilizzato soprattutto dalle aziende che propongono la visualizzazione di film o serie tv pagando un abbonamento per poter avere un accesso utente su una piattaforma web.

Freemium

È una strategia nella quale per attirare il cliente si offre un servizio gratuito ma con funzionalità limitate.In effetti il cliente iniziando a utilizzare una versione base è spesso attratto da nuove funzionalità e si trova quindi costretto indirettamente ad acquistare una licenza con maggiori funzionalità.Un esempio sono le aziende che propongono software queste ultime propongono sempre una versione base gratuita, ma nella maggior parte dei casi le funzionalità sono molto limitate.

La trasparenza è un valore fondamentale per Appvizer. Come media company, il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori un contenuto utile e di qualità, che al tempo stesso permetta ad Appvizer di vivere di questo contenuto. Ecco perché ti invitiamo a scoprire il nostro business model.   Per saperne di più
Consigli backgroundVendere online: i trucchi del mestiere
Consigli
anno scorso
Vendere online: i trucchi del mestiere
Vendere online: quali vantaggi offre e come scegliere la giusta strategia per il proprio business online con una facile guida in 5 step