Quali sono i segreti da svelare su come fare un e-commerce di successo?

Da Miriam Koudia
Il 12/05/22
how-to backgroundQuali sono i segreti da svelare su come fare un e-commerce di successo?

Fare un e-commerce, anche se apparentemente può sembrare semplice, in realtà necessita molti step e dovrai prestare attenzione a diversi elementi.

Sul mercato ci sono migliaia di e-commerce, ma quelli che hanno successo sono davvero pochi. Da buon manager ti starai sicuramente preoccupando riguardo a diversi aspetti: il rispetto delle norme, la scelta del dominio, il successo del tuo e-commerce e tanto altro ancora!

Come sempre, Appvizer non ti abbandona mai! In questo articolo ti sveleremo quali sono i segreti per avere un e-commerce di successo, gli adempimenti fiscali e tanto altro.

Leggi fino in fondo se vuoi saperne di più!

Come costruire un e-commerce?

Per costruire il tuo e-commerce dovrai attraversare alcune tappe essenziali. Nei paragrafi seguenti ti illustreremo in dettaglio gli elementi ai quali dovrai pensare per creare il tuo e-commerce.

La scelta del prodotto

La scelta del prodotto costituisce il primo step, per questo è importante scegliere i prodotti per i quali non hai molti competitors, in quanto in questo modo potrai guadagnare il tuo posto sul mercato. In caso contrario, cerca di differenziarti aggiungendo il tuo valore aggiunto. Inoltre, se hai un interesse per determinati prodotti e che questi siano molto richiesti dai consumatori, commercializzarli online può essere la scelta giusta.

Quali sono le domande che devi porti per scegliere il prodotto da vendere?

Le domande che devi porrti sono principalmente quattro:

  • Il prodotto è ricercato dal consumatore?
  • Risolve un problema o risponde a una necessità?
  • È molto richiesto?
  • Questo prodotto si distingue da quelli già proposti dai concorrenti?

Identificare i competitors e il target

Per creare il tuo sito è opportuno considerare anche quanto è forte la competition online, in questo modo analizzerai quali sono i tuoi punti di forza e quali quelli dei tuoi concorrenti. Cerca di proiettarti anche nel futuro per vedere quali vantaggi manterrai e quali andranno persi con il passare degli anni.

Per fare la ricerca dei concorrenti puoi ricorrere all’utilizzo di motori di ricerca quali Google, in questo modo non solo saprai in dettaglio le caratteristiche dei prodotti venduti dai clienti sul tuo stesso mercato, ma potrai anche capire la tipologia di clienti che acquista sul loro sito. Spesso coloro che vendono per la prima volta online vogliono vendere a un target vasto. Questo però è molto rischioso: coloro che vogliono vendere a tutti finiscono per non vendere a nessuno.

Perché è importante conoscere il target?

Conoscendo il target potrai adattare la tua campagna marketing per mirare meglio il tuo obiettivo.

Inoltre, per poter avviare un attività marketing, poter definire meglio il tuo target e analizzare in modo profondo i tuoi concorrenti dovrai avere competenze di marketing online: fra queste competenze ti citiamo la User Experience e il Marketing Automation, due discipline che ti saranno di grande utilità per strutturare sia l’estetica ma anche il contenuto del tuo sito e-commerce.

Scelta del dominio

La scelta del dominio varia in base alla situazione: se hai già un azienda, la scelta migliore è quella di utilizzare il nome del tuo brand, se invece il tuo sito e-commerce è una nuova attività potrai utilizzare il suo nome come nome di dominio. Il tuo dominio deve prendere in considerazione le parole chiave relative alla tua attività, in questo modo sarai agevolato da un punto di vista SEO in quanto avrai una buona indicizzazione sui motori di ricerca e sarai ben posizionato sulla parola chiave relativa alla tua attività.

Sito di e-commerce

Aprire un sito e-commerce può avere un costo più o meno elevato a seconda delle funzionalità necessarie. Tuttavia, se vuoi che il tuo sito duri negli anni dovrai investire una somma importante per avere un maggior numero di funzionalità.

Inoltre, se non hai le competenze adeguate per creare il tuo store online hai due opzioni: la prima è quella di ricorrere a un Web developer esterno oppure assumerne uno in contratto determinato.

La seconda opzione sarebbe quella di ricorrere alle piattaforme per creazione di siti e-commerce. Tuttavia, ti consigliamo prima di fare la tua scelta, di chiedere molti preventivi e valutare quello che ti sembra più conveniente in termini di costo e contenuto.

In aggiunta a quanto detto in precedenza, non dimenticare di prendere in considerazione i costi dell’hosting.

Su Internet potrai trovare molti siti che ti permettono di creare un sito e-commerce gratuito, tuttavia le funzionalità sono molto ridotte e spesso il design del sito non è all’altezza.

Apri la partita Iva

Per poter effettuare vendite online dovrai necessariamente avere una partita IVA. Secondo la legge, potrai fare a meno della partita Iva solo nei casi in cui la tua attività sia occasionale: fare un e-commerce non lo è sicuramente, infatti dovrai aprire una partita IVA.

Per vendere online è necessario avere una partita Iva, poi quando il negozio online inizia a ingranare ti occorre costituire una S.R.L. a responsabilità limitata semplificata: mille euro circa, pochissimi adempimenti e sei pronto per emettere le fatture.

Inoltre, per evitare errori, ti consigliamo di rivolgerti a un consulente, in questo modo potrai essere sicuro di rispettare la normativa italiana.

Gli aspetti amministrativi e fiscali riguardano la comunicazione :

  • all’Agenzia delle Entrate;
  • all’INPS;
  • alla Camera di Commercio;
  • alla presentazione della S.C.I.A. al comune competente.

Infine, dovrai attivare una PEC, un indirizzo di posta certificata.

Indipendentemente dalla forma giuridica scelta, il sito web deve rispettare gli obblighi informativi dettati dal Codice del Consumo, dal Codice della Privacy e il Regolamento GDPR.

Gestione del magazzino

Fra tutte le cose che dovrai gestire vi è anche il magazzino. Se fai dropshipping il discorso è semplice in quanto non avrai bisogno di un negozio, poiché la tua attività sarà più che altro legata alla logistica. In questo caso la scelta migliore è quella di chiedere ai tuoi fornitori di spedire direttamente gli articoli al cliente, potrai in questo caso ricorrere a una società di spedizioni come UPS, DHL, TNT, SDA, GLS, FEDEX, NEXIVE e BRT.

Se scegli questa opzione, sarai tranquillo per molti aspetti fra i quali i costi, la giacenza, l’imballaggio, non vi è rischio di avere uno stock pieno di merce invenduta, non dovrai preoccuparti delle norme di sicurezza e di conservazione dei prodotti.

Nel caso in cui tu abbia un e-commerce e sia tu a essere il fornitore, avere un magazzino è essenziale per poter stoccare tutti i tuoi prodotti. In questo caso dovrai fare molta attenzione alle norme di sicurezza e di conservazione dei prodotti.

Metodi di pagamento

Proporre più di una modalità di pagamento è molto importante per un sito e-commerce: queste soluzioni devono essere impostate con massima sicurezza.

Le opzioni di pagamento che dovrai proporre sono le carte di credito e PayPal nel caso in cui la tua vendita sia B2C. Nel caso in cui la tua vendita sia B2B, dovrai proporre come soluzione anche il contrassegno e il bonifico.

È importante proporre PayPal in quanto, spesso, i clienti si sentono più sicuri a effettuare il pagamento con quest’ultimo, poiché la transazione avviene con una semplice e-mail e password senza bisogno d'inserire i dati bancari direttamente sul sito e-commerce.

Inoltre, è opportuno che tu renda esplicite le spese di spedizione per evitare che i tuoi clienti scappino lasciando il carrello pieno.

Sito e-commerce: quando è pronto?

Sia nel caso in cui tu abbia scelto di creare il sito e-commerce da solo, sia nel caso in cui tu abbia utilizzato una piattaforma per creare il tuo sito e-commerce, quest’ultimo può dirsi pronto solo nei seguenti casi:

  • il negozio online è adatto al business e al target;
  • il backend del sito è sistemato (moduli di gestione dei contenuti, delle anagrafiche clienti, degli ordini, etc.);
  • dopo aver programmato un sito e-commerce con un buon sistema di Analytics e di gestione dati per misurare le performance in modo oggettivo e per tenere monitorati i KPI nel tempo (Key Performance Indicator).

Per poter creare un sito e-commerce di successo è necessario integrarlo con servizi esterni di qualità come il gestionale aziendale, i sistemi di tracking di corriere e i sistemi di pagamento.

Promuovere il sito e-commerce e generare traffico

Promuovere il sito e-commerce e quindi creare traffico è la base di un e-commerce vincente, soprattutto nel caso del commercio online.

Come fare?

Innanzitutto, dovrai fare l'Inbound Marketing,ovvero cercare di attrarre i clienti nel momento giusto attraverso contenuti attraenti e pertinenti utilizzando il canale più adatto al tuo target.

Avrai bisogno di attrezzarti con competenze tue e di persone che lavorano con te in ambito SEO e SEA. Per quanto riguarda la SEO, potrai ricorrere anche a software che potranno suggerirti le parole chiave da utilizzare nelle tue schede prodotto, l’ottimizzazione delle immagini, ecc. In questo modo potrai aumentare la tua notorietà e potrai guadagnare i primi posti sui.

Un’altra tecnica è quella di utilizzare lo storytelling che ha come funzione di suscitare un sentimento nel consumatore e invogliarlo ad acquistare il tuo prodotto. Tutti questi sono accorgimenti che puntano a far ottenere la prima posizione su Google delle query principali del sito, consentendo di farsi trovare velocemente dagli utenti e renderli clienti attraverso una buona user experience.

Inoltre, non è affatto da trascurare il mondo dei social network, il transito che ti può arrivare dalla pubblicità in particolare su: Facebook, LinkedIn, Instagram, YouTube per citarne alcuni.

Si aggiungono, poi, le attività di affiliazione: la capacità di generare una serie di siti satellite, i quali parlano dei tuoi prodotti e veicolano un “passaggio” che potrebbe trasformarsi in vendita.

Utilizzare le piattaforme

Per creare il tuo sito e-commerce potrai ricorrere all’utilizzo di piattaforme come Vidra (piattaforma che offre un piano gratuito), WordPress e Shopify. Questi tipi di strumenti rendono semplice la creazione di siti web anche a chi non ha competenze da developer. Queste piattaforme sono a pagamento e ti permettono di creare il tuo sito e-commerce in modo semplice grazie alla presenza di template e di tutorial che ti possono guidare nella realizzazione del tuo sito.

A cosa serve creare un sito e-commerce?

Un sito e-commerce ha diversi vantaggi sia per quanto riguarda le aziende, ma anche per quanto riguarda i consumatori e la società.

Un sito e-commerce può permetterti la ricezione delle transazioni per la commercializzazione di bene e servizi, tra produttore e consumatore, realizzate tramite Internet. Inoltre, grazie a un sito e-commerce, potrai ridurre i costi e aumentare la velocità di consegna. I clienti non devono viaggiare per acquistare un prodotto: in questo modo contribuisci anche tu a ridurre l’inquinamento.

Quanto costa creare un sito e-commerce?

Per la creazione del tuo sito e-commerce dovrai prendere in considerazione alcuni elementi, come: il design, l’hosting, la manutenzione, l'aggiornamento e l'ottimizzazione del sito e tanti altri costi.

Design e sviluppo

A seconda del contenuto del tuo sito web, il budget può essere raddoppiato. Per un sito di e-commerce classico, dovresti aspettarti di pagare tra i 2.000 e i 5.000 euro. Per un sito web più complesso, avrai bisogno di un budget di 20.000, 30.000 o addirittura 50.000 euro.

Hosting

A seconda dei servizi offerti dal tuo host, il prezzo dell'hosting di un sito e-commerce può variare tra 100 e 200 euro al mese. Vi sono altri parametri che influenzano la somma appena citata, tra cui il traffico del sito, il numero di pagine e di prodotti, ma anche la qualità dell'host. Tuttavia, sii certo che troverai facilmente host di qualità per 5 o 10 euro al mese.

Scegliere un buon host è importante per la visibilità del tuo sito web. Per un sito di e-commerce, ti sconsigliamo gli host gratuiti che possono alterare il tuo referenziamento.

Il nome del dominio

È importante includere il costo dell'acquisto di un nome di dominio nel tuo budget. Se vuoi avere un nome di dominio di qualità per dare credibilità alla tua azienda, sappi che il prezzo può essere molto alto.

A seconda del volume di ricerca delle tue parole chiave, il prezzo del tuo nome di dominio può essere facilmente moltiplicato per 10. Quindi, prenditi il tempo per pensarci: un nome di dominio di qualità ispira la fiducia dei clienti e migliora l'immagine del tuo marchio. L'ideale è il famoso .com, ma se non rientra nel tuo budget, anche un .it o un .net possono andare bene!

Costi aggiuntivi

Per la manutenzione del tuo sito web, il costo complessivo dovrebbe rappresentare circa dal 3% al 10% delle entrate annuali del sito, per garantire un sito e-commerce redditizio. Il prezzo della manutenzione del sito web dipenderà dall'agenzia con cui lavori e dalle soluzioni che scegli.

Monitoraggio delle prestazioni e ottimizzazione dei contenuti

Una volta creato il tuo sito web, è importante aggiornarlo e ottimizzare il suo contenuto per essere sempre nei primi risultati di Google. Infatti, a cosa serve un sito web se non ha traffico?

Questo follow-up può essere fatto da un'agenzia specializzata. Nelle agenzie di marketing digitale, puoi essere seguito da esperti SEO e SEA per un'ottimizzazione efficiente del tuo sito web.

Fare un e-commerce può sembrare apparentemente semplice, tuttavia vi sono numerosi elementi da prendere in considerazione per crearne uno di successo.

Se sei arrivato fino in fondo avrai sicuramente potuto approfittare dei nostri consigli. In bocca al lupo per la creazione del tuo e-commerce!

La trasparenza è un valore fondamentale per Appvizer. Come media company, il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori un contenuto utile e di qualità, che al tempo stesso permetta ad Appvizer di vivere di questo contenuto. Ecco perché ti invitiamo a scoprire il nostro business model.   Per saperne di più
Consigli backgroundFoto per e-commerce: come fare la foto perfetta del tuo prodotto
Consigli
9 maggio 2022
Foto per e-commerce: come fare la foto perfetta del tuo prodotto
No sai come scattare la foto perfetta del tuo prodotto da inserire nel sito e-commerce? Non ti preoccupare, abbiamo pensato a te? Grazie a questo articolo, scoprirai tutti i tipi di scatto che esistono con tanto di guida per scattare la foto impeccabile che lascerà i tuoi clienti a bocca aperta.
Consigli backgroundAumentare le vendite e-commerce: una sfida da vincere
Consigli
5 maggio 2022
Aumentare le vendite e-commerce: una sfida da vincere
Vuoi aumentare le tue vendite e-commerce? Appvizer ti mostrerà in questo articolo le tecniche da utilizzare. Ti assicuroiamo che alla fine dell'articolo avrai tutte le chiavi in mano per aumentare il tuo fatturato con tanto di suggerimento software!
Consigli backgroundFunnel e-commerce: Come convertire un maggior numero di user?
Consigli
5 maggio 2022
Da utente a cliente: tutte le fasi per un funnel e-commerce impeccabile
Vuoi saperne di più su cos' è un funnel e-commerce e come ottimizzarlo e quali sono le strategie che utilizzano i tuoi concorrenti per ottimizzarlo? Inoltre, ti diamo anche qualche suggerimento di software che ti aiuterà a ottimizzare il tuo funnel e-commerce. Appvizer risponde alle tue domande in questo articolo !
Consigli backgroundE-commerce marketing: come avere una buona strategia?
Consigli
28 gennaio 2022
Marketing e-commerce: quali sono i segreti da svelare?
Vuoi saperne di più sull'e-commerce marketing ,su come avere una buona strategia? Apvvizer ti illumina in questo articolo dicendoti tutto sull'e-commerce marketing, come fare e come avere una strategia e-commerce di marketing digitale di successo!
Definizioni backgroundÈ possibile aprire un e-commerce senza partita IVA ?
Definizioni
8 dicembre 2021
E-commerce senza partita IVA una missione impossibile?
Vuoi aprire un e-commerce e ti chiedi se puoi farlo senza aprire una partita IVA? Appvizer ti spiega in questo articolo i limiti , i requisiti necessari e gli adempimenti amministrarivi per aprire un e-commerce.