Capitale umano: definizione e suggerimenti per gestirlo

Da Maxime Perotti
Il 23/09/20
how-to backgroundCapitale umano: definizione e suggerimenti per gestirlo

Cosa si intende per gestione del capitale umano in azienda?

Allo stesso modo dei vostri clienti, il capitale umano, costituito dai vostri dipendenti, rappresenta un elemento strategico per il successo aziendale.

Ma qual è il suo ruolo in azienda? Come sfruttarlo al meglio per migliorare le performance, potenziare l’employer branding e attrarre i migliori talenti?

In poche parole, come valorizzare il capitale umano dell’azienda?

Che cos’è la gestione del capitale umano?

Definizione di capitale umano

Prima di tutto, occorre fornire una definizione di capitale umano, concetto studiato dagli economisti fin dai primi anni Sessanta del Novecento.

Utilizzato per la prima volta nel 1961 dall’economista Theodore Schultz, specialista di sviluppo economico, la nozione è stata ripresa nel 1964 da Gary Becker, vincitore del premio Nobel per l'economia nel 1992.

Secondo Becker, l'accumulo di competenze e conoscenze lungo tutto l'arco della vita costituisce un vero e proprio asset immateriale che i dipendenti mettono quotidianamente a disposizione dell’azienda attraverso:

  • attitudini (innate),
  • competenze (acquisite),
  • conoscenze utili (cultura generale),
  • qualifiche (diplomi),
  • esperienze professionali,
  • capacità produttive.

Si può quindi considerare la conoscenza individuale come un investimento, con i suoi costi (educativi e formativi) e il suo valore potenziale (stipendio, produttività…).

Il calcolo del capitale umano

Sebbene si tratti di un bene intangibile, l’Istat ha provato a calcolare il valore medio pro capite del capitale umano in Italia. Secondo le sue stime corrisponderebbe a 342 mila euro.

Se però si confronta il valore medio degli uomini (453 mila euro) con quello delle donne (231 mila euro), emerge una disparità notevole, a testimonianza di quanta strada rimanga ancora da fare in Italia per raggiungere la parità di genere.

Questi valori, corrispondenti al totale dei redditi futuri dell’individuo, dipendono da fattori quali l’età, la capacità reddituale, la stabilità del posto di lavoro, il rischio professionale, ecc.

La gestione del capitale umano

La gestione del capitale umano, anche chiamata Human Capital Management (HCM), ha l’obiettivo di ottimizzare e utilizzare al meglio le conoscenze e competenze dei talenti presenti in azienda.

Dal punto di vista aziendale, è molto importante riuscire a:

  • individuare i punti di forza di ciascun collaboratore,
  • ottimizzarli per ottenere un vantaggio competitivo e migliorare il benessere sul posto di lavoro.

La differenza tra capitale umano e risorse umane

La differenza è sottile:

  • le risorse umane comprendono le risorse umane a disposizione di un'azienda, sia in termini di manodopera che di competenze,
  • il concetto di capitale umano può essere rappresentato come il valore aggiunto di queste competenze presenti in azienda.

Gestione dei talenti e gestione delle competenze, cosa cambia?

Un individuo dispone al contempo di talenti e competenze.

Se desiderate investire nel vostro capitale umano, è importante comprendere questi 2 concetti:

  • un talento, termine usato in ambito HR dagli anni Duemila, rappresenta un'attitudine, una capacità innata, che può essere coltivata.

    Spesso si tratta di soft skills, come ad esempio la leadership o il public speaking.

  • una competenza, si acquisisce con l’esperienza o la formazione, e richiede aggiornamenti periodici per stare al passo con le nuove pratiche e gli sviluppi tecnologici, a seconda del settore. Si parla in questo caso di hard skills. Un esempio è costituito dalle conoscenze informatiche.

Suggerimenti per valorizzare il capitale umano in azienda

1. Individuate le competenze chiave presenti

L’analisi delle competenze è un’attività molto importante. Conoscere le ambizioni dei vostri dipendenti vi permette di verificare regolarmente la corrispondenza tra i vostri obiettivi strategici e i talenti utilizzati.

È importante conoscere al meglio profili e competenze presenti all’interno dell’azienda, per essere pronti ad accompagnare il cambiamento (ad esempio per questioni giuridiche, tecnologiche, sociali o economiche).

2. Investite nella formazione

Mantenere alta la motivazione di ciascun dipendente è la chiave per un management delle competenze individuali efficace. Si tratta di:

  • offrire prospettive di carriera chiare a breve, medio e lungo termine,
  • garantire una formazione continua per rimanere sempre aggiornati,
  • assicurare un’evoluzione costante delle mansioni, in linea con i desideri dei dipendenti.

Concedere ai vostri dipendenti tempo e denaro per la formazione, permette di valorizzarli, motivarli e aumentare l’engagement. Così, sono spinti a innovare e a superare i propri limiti.

3. Valorizzate le soft skills

Un buon modo per potenziare l’employer branding, e di conseguenza attrarre e trattenere i migliori talenti, è di valorizzare le soft skills. Aldilà di curricula e titoli di studio, occorre ricercare competenze trasversali in linea con i valori promossi dall’azienda.

Oltre a contribuire alla costruzione di una Brand image di livello, scegliere candidati con determinate competenze relazionali permette di ridurre gli errori in fase di recruiting.

Un buon modo per rilevare le soft skills è attraverso test psicometrici.

4. Sfruttate il vostro archivio di CV

La gestione e la fidelizzazione dei talenti passa anche da un utilizzo ottimale del gran numero di candidature ricevute.

Può succedere che, quando si propone una nuova offerta di lavoro, disponiate in archivio di diversi CV di profili adatti precedentemente scartati per altri incarichi.

In fase di recruiting, perché non iniziare proprio dall’archivio di curriculum a disposizione? Potreste trovare il candidato ideale!

5. Ottimizzate la qualità della vita in azienda

Per dimostrare attenzione al benessere dei vostri dipendenti, potete sollecitarli ad esprimere le loro opinioni per mezzo di questionari di soddisfazione. Così, potete individuare possibili aree di miglioramento.

6. Coinvolgete i vostri collaboratori in fase di recruiting

Coinvolgere i dipendenti in fase di recruiting è molto importante. Spesso infatti, sono loro a sapere meglio di chiunque ciò di cui l’azienda necessita.

Esistono diversi software che vi aiutano ad ottimizzare questo processo:

  • Living Business è una soluzione avanzata per la gestione del recruting,
  • Qweb è specializzato nell’archiviazione dei CV.

L’importanza del capitale umano

Il capitale umano rappresenta un potenziale che può evolversi e svilupparsi a seconda del contesto aziendale.

Una buona gestione del capitale umano a disposizione permette di:

  • migliorare la produttività e le performance individuali e collettive,
  • aumentare l’engagement e la motivazione dei dipendenti,
  • potenziare l’employer branding.

Il capitale umano costituisce un asset strategico, ma necessita di una gestione ottimale. Siete pronti a valorizzarlo?

La trasparenza è un valore fondamentale per Appvizer. Come media company, il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori un contenuto utile e di qualità, che al tempo stesso permetta ad Appvizer di vivere di questo contenuto. Ecco perché ti invitiamo a scoprire il nostro business model.   Per saperne di più
Definizioni backgroundCosa sono le Risorse Umane?  Focus sul capitale umano
Definizioni
4 mesi fa
Cosa sono le Risorse Umane? Focus sul capitale umano
Le Risorse Umane sono la base su cui si sviluppa qualsiasi azienda. Una comprensione del concetto di Human Resources è fondamentale per poter vantare un business di successo. Scopriamo insieme cosa sono esattamente le Risorse Umane e come vanno gestite all'interno del panorama aziendale.
Definizioni backgroundProcesso di vendita: best practices per far filare tutto liscio
Definizioni
4 mesi fa
Employee Retention : come trattenere il personale qualificato
Cos'è l'Empployee Renetion e come fare in modo che i talenti non abbandonino l'azienda? Le strategie di Employee Retention da mettere in atto sono numerose e sono centrali per aumentare il grado di fidelizzazione dei dipendenti di valore. In questo articolo: definizione di Employee Retention e consigli pratici su come attuare delle buone Employee Retention Strategies.
Definizioni backgroundPerformance Management > verso un business di successo
Definizioni
4 mesi fa
Performance Management > verso un business di successo
La procedura di valutazione delle performance dei dipendenti può rivelarsi un asso nella manica per il tuo business, se applicata nel modo giusto. Il Performance Management è una pratica che consente di sfruttare al meglio il potenziale delle risorse umane aziendali, aumentando al tempo stesso il loro grado di coinvolgimento nella causa dell'azienda.
Consigli backgroundCome assicurare la perfetta formazione aziendale
Consigli
anno scorso
Come assicurare la perfetta formazione aziendale
Avere i migliori dipendenti non è solo una questione di ricerche. Bisogna far si che l'azienda diventi un terreno fertile in cui crescere attraverso la formazione aziendale.
Consigli backgroundLa gestione dei conflitti: come creare un clima privo di tensioni?
Consigli
3 mesi fa
La gestione dei conflitti: come creare un clima privo di tensioni?
La gestione dei conflitti: come eliminare il clima di tensione nell'ambiente lavorativo? Se i conflitti sono all'ordine del giorno nel vostro ufficio, le strategie per la gestione dei conflitti potrebbero rivelarsi utili per la vostra azienda. Scoprite come nel nostro articolo.
Definizioni backgroundIl libro unico del lavoro (LUL): esempio di redazione
Definizioni
3 mesi fa
Il libro unico del lavoro (LUL): esempio di redazione
Il libro unico del lavoro (lul) è un documento importante per il pagamento dei salari dei lavoratori e la sua redazione deve rispettare alcune linee guida obbligatorie. In questo articolo, troverete un esempio su come redigere questo importanto documento.
Definizioni backgroundCome monitorare la presenza dei dipendenti? Il foglio presenze su Excel
Definizioni
3 mesi fa
Come monitorare la presenza dei dipendenti? Il foglio presenze su Excel
Il foglio presenze dipendenti è un documento che il dipartimento delle risorse umane utilizza per monitare la presenza dei lavoratori di un'azienda e si rivela essenziale per l'elaborazione delle buste paghe. In questo articolo, troverete anche un modello excel da scaricare.
Consigli backgroundDocumento di valutazione dei rischi ambientali: come si fa?
Consigli
4 mesi fa
Documento di valutazione dei rischi ambientali: come si fa?
Garantire la salvaguardia della salute dei lavoratori è una componente fondamentale della gestione aziendale. Per legge, è necessario redigere il Documento di Valutazione dei Rischi Ambientali al fine di individuare i possibili fattori di rischio in un'azienda e di implementare misure preventive per farvi fronte.
Definizioni backgroundFondi interprofessionali: cosa sono e come aderire?
Definizioni
4 mesi fa
Fondi interprofessionali: cosa sono e come aderire?
I fondi interprofessionali per la formazione aziendale sono enti di natura associativa finalizzati alla promozione di attività di formazione per i lavoratori di un'azienda. Scoprite in questo articolo i benefici e i vantaggi che possono apportare alla produttività di un'azienda e alla crescita professionale dei suoi lavoratori.
Consigli backgroundMotivare i dipendenti: verso una maggiore produttività
Consigli
4 mesi fa
Motivare i dipendenti: verso una maggiore produttività
Accrescere la motivazione dei dipendenti è la chiave per incrementare la produttività aziendale. Ma com'è possibile implementare una strategia motivazionale efficace finalizzata ad aumentare la dedizione e il coinvolgimento dei dipendenti? 5 step importanti in questo articolo.
Consigli backgroundPiano di formazione aziendale: perché e come svilupparlo
Consigli
4 mesi fa
Piano di formazione aziendale: perché e come svilupparlo
I dipendenti sono il fulcro del successo di un business. Come svilppare le loro capacità in modo rapido ed efficace? Organizzare dei piani di formazione aziendale può essere una buona soluzione per implementare le abilità dei tuoi talenti. Ma cosa sono i piani di formazione aziendale e come svilupparli adeguatamente?
Definizioni backgroundConflitto organizzativo-relazionale: come affrontarlo in modo costruttivo
Definizioni
4 mesi fa
Conflitto organizzativo-relazionale: come affrontarlo in modo costruttivo
Cos'è un conflitto organizzativo-relazionale e com'è possibile limitarne gli effetti negativi in ambito aziendale? Vediamo insieme le pratiche vincenti e i consigli utili da attuare per ridurre il manifestarsi di conflitti sul lavoro o per fare in modo che questi vengano processati in modo costruttivo.