E se “The Great Resignation” fosse solo un punto di partenza?

Da Roberta Salzano
Il 27/01/22
news backgroundE se “The Great Resignation” fosse solo un punto di partenza?

Come prevedibile, il fenomeno US di dimissioni di massa nel 2021 arriva anche a casa nostra. Nella primavera 2021, infatti, le dimissioni hanno segnato +85% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. Per questo 2022 la domanda non dev’essere più “quanti si dimetteranno” ma “perché e come reagire?”. Negli ultimi giorni si parla solo di quante persone si dimettono senza pensare a come fare per non vedere i propri talenti partire uno a uno.

Un cambiamento nella scala dei valori

Sembra un altro mondo quando penso a persone come i nostri nonni che hanno passato la loro vita in una stessa azienda. D’altronde il mito del “posto fisso” che ha spinto il dipendente di Quo vado in nord Europa dev’essere nato da qualche parte. Il mondo post pandemia e tutta una nuova generazione di lavoratori vede la carriera in un altro modo: flessibilità e Smart Working hanno completamente fatto dimenticare decenni di ufficio, pause alla macchinetta e mentalità Corporate. Un elemento importante che è emerso dopo tante ore di lavoro da casa è l’individualità del dipendente che si separa sempre di più dal concetto di azienda per ritrovare un’idea di “io” finora inedita.

Ovviamente il telelavoro ha anche insegnato a tutti ad apprezzare maggiormente il proprio tempo, senza tempi di spostamento nel traffico e con pause pranzo in cui staccare veramente dal lavoro.

Una risposta che non farsi attendere

La risposta dei manager o delle risorse umane dev’essere forte e chiara. Molti si sono gettati sull’organizzazione di Team Building, che pur essendo momenti oggettivamente piacevoli non sono abbastanza per convincere qualcuno a restare. Il primo passo da fare è imparare ad ascoltare. Il manager deve mettersi al servizio della propria equipe e saper lavorare con ognuno nella giusta maniera (e sì, non è facile). Un buon inizio è saper porre le giuste domande per mettere ognuno a proprio agio.

Importante dev’essere anche la risposta delle risorse umane con politiche aziendali che prendono in conto delle vere priorità dei dipendenti piuttosto che su piccoli extra che sul lungo periodo non sono sufficienti.

Quello che è emerso da uno studio di Gallup è che i dipendenti ricercano valori semplici ed essenziali. Innanzitutto una leadership piuttosto che management direttivo, flessibilità, ascolto e possibilità di crescita.

Ripensare le strategie di Talent management

Per questo 2022 puntate tutto sull’etica, la formazione e soprattutto credete nei valori dell’azienda. I vostri collaboratori cercano “solo” trasparenza .

La trasparenza è un valore fondamentale per Appvizer. Come media company, il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori un contenuto utile e di qualità, che al tempo stesso permetta ad Appvizer di vivere di questo contenuto. Ecco perché ti invitiamo a scoprire il nostro business model.   Per saperne di più
News background Facebook e la sua nuova funzionalità, Like o no?
News
6 aprile 2022
Facebook e la sua nuova funzionalità, Like o no?
Facebook lancia una nuova funzionalità. In cosa consiste? A chi si rivolge e perché? L'azienda americana da anni si evolve in continuo proponendo nuove funzionalità, sarà yay or nay stavolta?
News backgroundNuove opportunità di lavoro grazie a Qonto
News
11 febbraio 2022
Nuove opportunità di lavoro grazie a Qonto
Qonto allarga il suo mercato europeo e opera per un offerta adatta al mercato italiano , per fare questo assumerà 100 nuovi dipendenti nei prossimi 2 anni!