Ahrefs: Software di audit SEO online

Presentazione di Ahref

Ahrefs è un potente strumento SEO per il controllo dei vostri concorrenti e delle vostre performance. Creato nel 2007 a Singapore, da quasi 15 anni si adatta alle evoluzioni delle pratiche SEO. Tra le funzionalità per cui è più conosciuto:

  • Backlinks guadagnati, persi o broken link
  • Domini di riferimento vinti e persi
  • Anchors
  • Migliori contenuti SEO
  • ecc.

Ahrefs dispone, inoltre, di un database di circa 45 milioni di parole chiave provenienti da 9 diversi paesi (US GB FR RU DE ES IT AU BR). Gli strumenti all'interno sono:

  • Site explorer
  • Analisi delle SERP
  • Rapporti
  • Labs/ Strumenti

Il prezzo è molto semplice da calcolare: aumenta o diminuisce solo in base al volume di dati a cui si ha accesso. Potete vedere le tariffe sulla loro pagina dei prezzi .

Funzionalità di Ahref

Vediamo in questa guida come utilizzare al meglio le funzionalità principali di Ahref

Site Explorer

Si tratta dello strumento di ricerca principale dello strumento. Inserendo un link permette di trarre informazioni sul dominio in termini di ricerca organica, a pagameno e profilo Backlink.

Basta inserire link in questione e scegliere se analizzare:

  • L’URL esatto
  • Un prefisso
  • Il dominio
  • Il dominio più i sub-domain

Backlink profile

Una volta lanciata l’analisi vi troverete diverse metriche per quanto riguarda la struttura dei link e la strategia di link building come:

  • Ahref rank: Una metrica propria di Ahref che permette di identificare la potenza del profilo backlink di un sito rispetto ai concorrenti presenti nel database Ahref.
  • URL Rating (UR): Rappresenta la forza del profilo backlink di una pagina su una scala da 1 a 100
  • Domain Rating (DR): Indica la forza del profilo backlink di un dominio, rispetto agli altri dominii nel database ahref, su una scala da 1 a 100
  • Backlink: Il numero di link che partendo da altri domini rimandano al sito in considerazione.
  • Domini referral: Numero di domini collegati in maniera univoca al sito analizzato.

    NB: Attenzione a non fare confusione. Un dominio può inviare 2 link ad un altro (Backlink=2) ma per quanto riguarda i domini referral conterà comunque 1.

Tra le altre possibilità di questa sezione troviamo il monitor live dei backlink che ci permette di monitorare i backlink nuovi, persi o rotti. La stessa funzionalità è prevista per i domini referall. Ancora più nello specifico si può procedere ad un’analisi backlink per IP referenti; questa permette di monitorare i domini e i backlink raggruppandoli per IP.

In questa sezione possiamo trovare anche i Backlink Interni, si tratta di una funzionalità che permette di mostrare i link del vostro dominio che sono dirette ad altre pagine interne. Non sottovalutate questa struttura di link interna per organizzare un miglior percorso ai Bot Google che faranno il Crawl.

Infine, troviamo il Link intersect che è l’equivalente backlink di un content gap, permette di vedere quali backlink condividiamo coi nostri competitors e quali opportunità potremmo sfruttare.

Non propriamente nell’ambito del profilo Backlink ma la stessa analisi dei link è proposta per i link in uscita in modo da evitare dei link rotti o da controllare la propria strategia di link in uscita.

Ricerca organica

Un altro pilastro del Site Explorer è la sezione dedicata alla ricerca organica.

Le prime informazioni di questo tipo ci vengono fornite già nella sezione di panoramica generale in cui possiamo vedere le prime metriche.

  • Traffico organico: Si tratta di una stima del traffico mensile. Attenzione che parliamo di stima, Ahref non ha accesso al vostro account Analytics e nemmeno a quello dei vostri competitors.

    La stima è fatta prendendo in conto volume di ricerca mensile delle parole chiavi su cui il sito è posizionato e la posizione all’interno della SERP. Ovviamente anche prendendo questi valori in conto manca un’informazione fondamentale: il CTR. Ahref ha sviluppato il CTR Curve Unique che permette di stimare un CTR più vicino alla realtà per ogni parola chiave.

    • Parole chiave organiche: Vi mostra tutte le parole, le variazioni e le nuove parole chiavi su cui Google mostra il vostro sito tra le posizioni 1-100, il volume di ricerca e la difficoltà . Questa ultima informazione è importante nelle strategie di contenuto perché permette di sapere se se si hanno concrete possibilità di raggiungere la prima pagina per una determinata Keyword. In tutto ciò grazie ai diversi filtri sarà possibile effettuare delle analisi più dettagliate e personalizzate.
    • Pagine migliori: Prende le pagine migliori di un sito in termini di parole chiavi su cui si posiziona e di traffico organico
    • Top sub-folder e migliori sotto-domini: Hanno delle funzionalità equivalenti a pagine migliori ma su sub-folder e sotto domini
    • Domini e Pagine concorrenti: Permette di identificare le pagine e i domini che sono nostri concorrenti sulla base dei contenuti prodotti. Analizza le parole chiave che divergono e quelle che sono in comune.
    • Content Gap: Permette di individuare i contenuti da produrre per tenere il passo coi vostri concorrenti.
    • Valore del traffico organico: Equivale al valore delle keyword raggiunte in base al prezzo che si avrebbe dovuto pagare per ottenerle tramite strategie SEA.

Ricerca a pagamento

Per quanto riguarda le campagne a pagemento, vediamo 3 funzioni base ma efficaci:

  • Parole chiave PPC: Le parole chiave per cui è stato attivato un annuncio
  • Annunci: Mostra gli annunci in corso per il sito in question
  • Top Pagine di destinazione: Le migliori pagine in termini di parole chiave su cui è stato posizionato un annuncio

Keyword Explorer

Questa sezione di keyword research è pensata per mettere a disposizione il database di parole chiave di ahref e offire delle idee di parole chiave. Funziona su diversi motori di ricerca quali Google, Bing, Yahoo, Amazon, Youtube e su diversi paesi.

Il primo passo è quindi quello di selezionare la parola chiave di partenza, il paese e il motore di ricerca desiderato. Successivamente ci si trova davanti ad una dashboard che mostra diverse metriche:

  • Keyword difficulty: Su una scala da 1 a 100 indica la difficoltà di una pagina a posizionarsi, inoltre consiglia un numero adeguato di Backlink pour aumentare le proprie possibilità
  • Volume: Il volume di ricerca mensile della parola chiave, sempre sulla stessa pagina mette in mostra, poi, il volume di ricerca globale nei diversi paesi in cui la parola chiave è presente.
  • Clicks: Il volume di click mensile che è possibile raggiungere con la parola chiave in questione
  • CPS: Il Click Per Search indica il rapporto tra Click e volume di ricerca mensile
  • Return Rate: In media quante volte una persona fa una stessa ricerca al mese
  • Parent topic: Indica se puoi posizionarti su una parola chiave attraverso un argomento più generale che lo racchiude.

Si passa poi alla sezione di Keyword Ideas che propone delle idee alternative di parole chiave attraverso:

  • Having the same term: Parole chiave che contengono lo stesso termine di partenza esempio se la parola cercata è CRM in questa sezione potremmo trovare CRM significato
  • Question: Si tratta sempre di parole chiave sotto forma di domanda.
  • Also rank for: Le parole chiave su cui si posizionano i top 10 siti che si posizionano sulla parola chiave ricercata.
  • Serp History: In questa sezione è possibile vedere tutti i cambiamenti sulla Top 10 Google negli ultimi 24 mesi
  • Serp overview: Permette di analizzare i risultati sulla Top 10 Google per farsi un’idea della concorrenza.

Una nuova funzionalità è stata aggiunta ed è “Also talk about”, elenca gli argomenti trattati frequentemente dai siti che parlano dell’argomento ricercato.

Infine Traffic share: può essere visualizzato per dominio o pagina e ripartisce le quote di traffico per l’argomento.

Site audit

Questa è la sezione del sito dedicata alle analisi di SEO tecnico. Permette nel globale di fare un crawl del sito e monitorare nel tempo lo stato di salute di un sito web.

Vediamo le diverse sezioni più nel dettaglio.

Page Explorer

Permette di analizzare le principali metriche in merito alle diverse pagine del sito e di confrontare i diversi crawl nel tempo:

  • Organic Traffic: Indica se la pagina è attiva, ovvero se riceve del traffico organico
  • HTTP Status Code: Mostra gli status code che ogni pagina del sito reinvia, in questo modo potrete controllare eventuali redirezioni o link rotti.
  • Depth: Il numero di click necessari per raggiungere la pagina partendo dalla home.
  • Is indexable page: mostra eventuali problemi di indicizzazione della pagina
  • Number of inlinks: il numero di link interni alla pagina

Link Explorer

Si tratta di un’analisi legata al link profile del sito. Per ogni link analizza pagina di partenza e di arrivo, HTTP status code, Anchor text e altre informazioni quali:

  • Href langue attribute
  • Tag canonical
  • Tipo di url
  • Problemi di indicizzazione del sito target
  • Distinzione Nofollow/Dofollow
  • Link interno/esterno

Link opportunities

La struttura di link interna abbiamo già visto che gioca un ruolo cruciale per un sito, per questa ragione Ahref propone uno strumento per cogliere tutte le opportunità perse e posizionare dei link sui migliori anchor text.

Structure explorer

Analizza le stesse metriche del Page Explorer ma facendo una suddivisione sulla struttura del sito. Può essere ad esempio per categorie o parti del sito (blog, schede prodotto ed ecc).

Rank Tracker

Avete selezionato delle keyword grazie al Keyword Explorer, creato il vostro contenuto e poi?

Ovviamente il passo successivo è il monitoraggio delle parole chiave per poter misurare i risultati della vostra strategia di digital marketing.

Grazie al Rank Tracker è possibile inserire una lista di parole chiave da monitorare e in ogni momento sarà possibile avere a disposizione:

  • Visibilità
  • Posizione media
  • Traffico organico
  • Features SERP (snippet, video, immagini…)
  • Cambiamenti di posizione

Inoltre, se nella vostra strategia avete scelto di lavorare su gruppi semantici diversi, ad esempio sfruttando dei cluster semantici sarà possibile aggiungere dei Tag per poter distinguere ogni gruppo di parole chiave e fare un’analisi ancora più nel dettaglio.

Content Explorer

Sempre legato alla strategia che bisognerà mettere in atto per poter sfruttare le keywords trovate grazie al Keyword Explorer c’è il contenuto da creare. Grazie a Content Explorer sarà possibile avere una panoramica dei migliori contenuti prodotti su una data parola chiave in modo da poter capire cosa Google e il pubblico si aspettano di ricevere come informazione. Inoltre è anche utile per capire quali fonti di informazioni possono essere più o meno di qualità per il vostro sito.

Funzionalità extra

Accanto a queste funzionalità principali, Ahref propone ancora degli altri strumenti per migliorare la strategia marketing delle aziende. Facciamo una panoramica rapida:

  • Alerts: Permette di ricevere delle notifiche mail per nuovi backlink, keywords o citazioni del vostro sito
  • Ahref Rank: Il rank completo della qualità dei siti nel database Ahref
  • Domain comparison: Un confronto tra due o più siti a scelta dell’utente
  • Batch analysis: Permette un follow up delle metriche SEO principali di un insieme di siti (fino a 200) allo stesso tempo
  • Ahref Toolbar: Le metriche SEO direttamente al di sotto della vostra barra di ricerca grazie al Plugin Chrome e Firefox
  • Wordpress Plugin: Accedendo alla vostra struttura Wordpress permette di darvi consigli su contenuti, strategie di backlink e insight sul traffico direttamente dal vostro sito

Prezzi di Ahref

Abbiamo potuto apprezzare la qualità e la completezza del software ma ovviamente è il momento di vedere a che prezzo possiamo trovare questa soluzione sul mercato.

La buona notizia è che il software propone 4 diversi tipi di abbonamenti mensili.

  • Lite: Versione base da 99$ al mese, un po’ limitata nel numero di keyword da monitorare (500)
  • Standard: Versione da 179$ al mese che aumenta il numero di keywords e in generale la quantità di informazioni da monitorare sul Site explorer
  • Advanced: Versione da 399$ in questo caso gli utenti diventano 3 (contro 1 nelle versioni precedenti) e molte più informazioni da poter controllare (siti, keyword)
  • Agency: Versione da 999 $ al mese, è estremamente completa ma è pensata piuttosto per le agenzie marketing che hanno bisogno di controllare diversi siti in contemporanea.

A chi si rivolge Ahref?

Ovviamente un’altra domanda fondamentale prima di lanciarsi nell’acquisto di un software è “ sarà adatto alla mia azienda?”

In linea di massima questo software è adatto a tutti. Si tratta di un pacchetto completo che permette di avere tutte le metriche SEO su una sola piattaforma. Inoltre permettendo di controllare più progetti in contemporanea e su paesi diversi è assolutamente indicato per le strategie di internazionalizzazione.

Attenzione solo al numero di utenti, ogni aggiunta costa 30$ al mese, se il team SEO ha delle dimensioni importanti, quindi, la spesa potrebbe diventare presto importante.

Recensioni Ahref

Facciamo un’analisi delle recensioni che si possono trovare sul web su questo software.

Sulle diverse piattaforme di recensioni software possiamo trovare delle medie piuttosto elevate tra i 4,6/5 e i 4,8/5.

Vediamo i commenti più frequenti per comprendere i punti di forza e debolezza della soluzione.

Punti di forza di Ahref:

  • La quantità di strumenti SEO concentrati sulla stessa piattaforma
  • Lo strumento Keyword Research che permette di lavorare sui cluster semantici
  • Ottimo strumento di Link Building

Punti deboli di Ahref

  • Interfaccia UX non moderna
  • Analisi social media assente

La nostra valutazione di Ahref

Tirando un po’ le somme di questo software, si tratta di una soluzione interessante per la sua completezza.

La consigliamo vivamente a tutti coloro che cercano una piattaforma che permetta un reporting delle principali informazioni SEO senza dover utilizzare troppi software differenti.

Si tratta, inoltre, di un software non troppo difficile da utilizzare e che accanto ad ogni metrica mostra una definizione. Diventa quindi uno strumento pedagogico per i principianti del SEO o per coloro che hanno lanciato un’attività online e hanno bisogno di uno strumento per seguirne le performance.

La nostra esperienza ci porta a indicare, però, due punti un po’ più “deboli”:

  1. La quantità di Keyword da monitorare: Se avete un blog o comunque un sito ricco di contenuti che vi richiede una quantità importante di parole chiave da seguire, potrete aggiungerne ma potreste vedere la vostra fattura mensile crescere velocemente.
  2. Rapporto Organic Keywords 2.0: Ottimo strumento di analisi delle parole chiave ma l’unico neo è che non è possibile prendere due periodi diversi e vedere quali parole chiave sono uscite da un intervallo definito senza per forza essere completamente “Lost”. Per capirci meglio se sto confrontando il mese di gennaio e febbraio su un TOP 3 keyword, potrò vedere le keyword su cui il nostro sito non mostra alcun risultato ma non quelle que magari sono semlicemente passate sul TOP 4-10.

In ogni caso il nostro parere su questo software resta assolutamente positivo. Fateci sapere qual è stata la vostra esperienza e cosa ne pensate lasciando il vostro feedback nella sezione dedicata.

Sviluppatore: Ahrefs

Punti di forza di Ahrefs

Ahrefs clienti

Nessuna recensione del cliente

Ahrefs prezzi e caratteristiche

Offerte & Prezzi

Standard
Contattaci

Caratteristiche

SEO, SEA, SMO
Analisi dei backlinks

Dati ospitati nei seguenti paesi: Stati Uniti