EHS: significato e normative per manager QSA

Cos’è l’EHS? una guida completa

EHS QSA

Che cos'è l'EHS e, cosa più importante, come lo integrereste nella vostra strategia aziendale?

Per avere una piena comprensione di cosa sia l'EHS (spoiler alert: significa Ambiente, Salute e Sicurezza), vi offriamo l'intero pacchetto: una definizione completa, le sfide e le missioni dei manager EHS, senza farci mancare ovviamente le soluzioni software utili.

Qui troverete una guida completa per aiutarvi ad implementare le politiche EHS nella vostra azienda e a trarne il meglio.

Selezione software

monday.com

monday.com
La piattaforma più intuitiva per gestire progetti e squadre
Visita il sito
Vai alla scheda

Wrike

Wrike
Un affidabile software di project management
Inizia gratis
Vai alla scheda

Kizeo Forms

Kizeo Forms
Utilizza un'unica soluzione e approfitta di molti vantaggi!
Free Trial
Vai alla scheda

EHS: definizione e sfide

Che cos'è l'EHS?

La politica per l'ambiente, la salute e la sicurezza (EHS) è un quadro normativo che comprende l'identificazione e la conformità degli standard di produzione di un'azienda, con particolare attenzione alle condizioni del luogo di lavoro in termini di sicurezza e salvaguardia dell'ambiente.

Può anche essere indicata come:

  • QSA: Qualità, sicurezza, ambiente
  • QHSE: Qualità, salute, sicurezza, ambiente

Può sembrare noioso, ma è un vero e proprio supporto in termini di brand image, customer satisfaction e coinvolgimento dei dipendenti.

Campi d'azione EHS

I principali punti di interesse sono la prevenzione dei vari rischi professionali e il rispetto delle norme ambientali, sanitarie e di sicurezza.

Ambiente (environmental) Limitazione degli impatti ambientali di prodotti e servizi e conformità al quadro normativo in questo settore.
Condizioni sanitarie (health) Rispetto delle norme vigenti
Sicurezza (safety) Prevenzione delle malattie professionali e degli infortuni sul lavoro

In accordo con le strategie globali dell'azienda, il management EHS fornisce il supporto per:

  • gestione delle risorse umane (HR)
  • gestione della sicurezza
  • gestione ambientale

Si riferisce, quindi, alla in maniera interfunzionale a tutti i reparti dell'azienda.

Quando parliamo di integrazione EHS nella politica aziendale, ci riferiamo ad essa come a un sistema di gestione integrata, o IMS, basato sulle norme ISO 9001, 14001 e OHSAS 18001.

Le sfide della gestione EHS

Ci sono due modi per affrontare i rischi:

  • agendo sulla loro probabilità di accadimento (misure preventive)
  • agendo sulla loro entità (implementazione di sistemi di protezione)

La gestione dell'EHS serve a molteplici scopi:

  • il miglioramento della qualità dei prodotti
  • il livello di produzione e la gestione delle prestazioni dell'azienda
  • l'integrità fisica e psicologica dei lavoratori
  • il rispetto degli standard stabiliti dal governo e/o da altre organizzazioni aventi diritto
  • la conformità in caso di ispezione (ispezione del lavoro, medicina del lavoro...)
  • l'attenzione verso qualsiasi tipo di disabilità, per quanto riguarda ad esempio le procedure di evacuazione
  • la responsabilità sociale delle imprese (rispetto dell'ambiente, ecc.)
  • la sensibilizzazione degli stakeholder interni ed esterni (fornitori, partner, clienti...)
  • la riduzione dei costi (infortuni sul lavoro, sanzioni legali, ecc.)
  • il miglioramento della sicurezza e della salute (benessere, qualità della vita sul lavoro)
  • il successo degli audit interni
  • l'assegnazione di certificazioni o etichette per valorizzare l'immagine dell'azienda
  • il cambiamento dell'atteggiamento del personale nei confronti della qualità, della sicurezza e dell'ambiente

Salute e sicurezza sul lavoro: attenzione ai rischi professionali

La salute e la sicurezza sono due aspetti importanti della legge sulla D. Lgs. 81/08.

I rischi professionali possono variare a seconda della natura e dei settori di attività: nucleare, metallurgia/acciaio, elettronica, aeronautica, chimica e petrolchimica, agroalimentare, cosmetica, cave e miniere, sanità, edilizia, ecc.

Alcuni rischi sono direttamente correlati alla natura stessa del lavoro, ma a volte si tratta anche di stress, fatica, ecc. Qui troviamo la differenza tra rischi diretti e indiretti. L'Istituto nazionale per la sicurezza sul lavoro (INAIL), l'autorità responsabile della prevenzione degli infortuni sul lavoro, li elenca sul suo sito web.

Quattro classi di rischi professionali comuni

  • infortuni sul lavoro che si verificano durante l'esercizio di una professione;
  • malattie professionali, derivanti dall'esposizione a un rischio fisico, biologico o chimico;
  • incidenti durante i viaggi di lavoro;
  • rischi psicologici legati alle condizioni di lavoro, come stress, burn-out, annoiamento, ecc.

 

 

inail dati infortuni sul lavoro

 

ⓒINAIL

Le conseguenze delle malattie psicologiche legate al lavoro possono essere più gravi di quanto sembri:

Il burnout è generalmente definito come una sindrome di esaurimento emotivo, di depersonalizzazione e derealizzazione personale, che può manifestarsi in tutte quelle professioni con implicazioni relazionali molto accentuate (possiamo considerarlo come un tipo di stress lavorativo). Generalmente nasce da un deterioramento che influenza valori, dignità, spirito e volontà delle persone colpite.

ⓒPsicologiadelavoro.org

 

 

 

ⓒEU OSHA

Chi è un responsabile EHS?

Descrizione del lavoro

Il responsabile dell'EHS si concentra su:

  • la sicurezza del personale
  • la consapevolezza della prevenzione
  • il rispetto delle norme e della sicurezza

Altre attività possono includere:

  • gestione della qualità
  • gestione ambientale
  • gestione della sicurezza

Qual è il ruolo di un responsabile EHS in un'azienda?

Il responsabile EHS è un mediatore, un controllore e un portavoce allo stesso tempo. Coordina i progetti e supporta i dipendenti dell'azienda garantendo la loro sicurezza, al fine di soddisfare sia i requisiti del cliente che quelli normativi.

Essi possono fare riferimento ai principi generali di prevenzione e protezione:

  • prevenzione dei rischi
  • valutazione dei rischi
  • controllo che il lavoro si adatti alle persone e non il contrario
  • seguito degli sviluppi tecnologici
  • prioritizzazione di prodotti meno dannosi e migliori dispositivi di protezione,
  • pianificazione della prevenzione
  • la prioritizzazione delle misure di protezione collettiva, garantendo al contempo la protezione individuale
  • fornitura di istruzioni adeguate ai dipendenti

Il Responsabile EHS contribuisce inoltre a due fattori chiave per la competitività: lo sviluppo di una brand image dell'azienda e l'acquisizione di nuovi mercati.

Le missioni del responsabile QHSE

1) Definizione e negoziazione della politica in materia di salute e sicurezza sul lavoro:

  • la definizione della politica con il management, tenendo conto degli obiettivi dell'azienda (produzione, sviluppo sostenibile, ecc.) e dei vincoli (regolamenti, richieste dei clienti, questioni di budget...)
  • il monitoraggio dei concorrenti, lo sviluppo tecnologico e le informazioni ambientali
  • la definizione di procedure e istruzioni

2) Attuazione e gestione delle politiche EHS:

  • la definizione di metodi e strumenti per migliorare la qualità dei prodotti, i processi, la sicurezza, la prevenzione dei rischi e la protezione dell'ambiente
  • la formazione di manager e tecnici per aumentare la consapevolezza del personale
  • l'organizzazione di riunioni per raccogliere e discutere le questioni
  • lo sviluppo di audit interni ed esterni (fornitori, ecc.)
  • la reportistica che segue le visite in loco e gli audit
  • la comunicazione e la promozione della politica in materia di salute e sicurezza sul lavoro

3) Analisi e monitoraggio:

  • il monitoraggio, secondo le specifiche e le norme applicabili, della tracciabilità e della conformità:
    • delle materie prime,
    • di installazioni,
    • di processi,
  • l'elaborazione del piano d'azione
  • la valutazione delle procedure di controllo e prevenzione
  • l'analisi dei rischi e delle opportunità
  • il monitoraggio delle statistiche rispetto agli obiettivi, ecc.

Assunzioni interne o appoggio esterno?

Un'azienda può assumere un responsabile EHS per anticipare i rischi per la salute e la sicurezza e per realizzare le politiche di salute sul lavoro.

Se non è sufficientemente redditizio assumere una persona dedicata, potete sempre ricorrere a società di consulenza e uffici di progettazione che possono anche fornire servizi di audit e prevenzione in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

L'uso della tecnologia per ottimizzare la salute e la sicurezza sul lavoro

Sul mercato, è possibile trovare numerose soluzioni per analizzare, monitorare e gestire tutte le questioni relative all'EHS, come le condizioni di lavoro e la qualità dei prodotti e dei servizi.

Utilizzando una piattaforma SaaS, sarete in grado di gestire meglio i rischi grazie a funzionalità all'avanguardia sempre aggiornate ai nuovi quadri normativi.

Quali sono i vantaggi dell'integrazione delle tecnologie nelle attività quotidiane EHS? Ce ne sono diversi, tra i quali:

  • possibilità di gestione online e remota
  • monitoraggio in tempo reale di analisi, raccomandazioni e statistiche
  • risparmio di tempo e tracciabilità nel processo
  • gestione della documentazione strategica dell'azienda
  • automazione delle attività di reporting
  • aggiornamenti automatici per rispettare le nuove regole
  • valutazione del livello di conformità dell'azienda, ecc.

Focus su tre soluzioni SaaS

Ambiente, salute e sicurezza devono essere visti come un insieme e non come un gruppo di entità indipendenti. Naturalmente, è possibile trovare soluzioni sia con una prospettiva globale sia focalizzate su un aspetto particolare (ad esempio, un software specializzato nella sicurezza).

Infine, potete anche trovare programmi software che permettono la dematerializzazione dei rapporti durante i vostri audit o controlli in loco. Abbiamo selezionato per voi tre esempi.

SAP EHS Management

SAP EHS Management è un software dotato di alti livelli di sicurezza che vi permetterà di semplificare e velocizzare le attività QSA. Disponibile sia in cloud che on premise faciliterà l’osservanza delle normative in vigore.sap screenshotTra i suoi pregi:

  • Follow up infortuni dei dipendenti
  • Analisi del rischio
  • Dati real time

Hazex

Hazex è la soluzione ottima per chi cerca la massima semplificazione dei processi EHS. Infatti, grazie alla struttura modulare e all’interfaccia altamente personalizzabile riuscirà ad adattarsi perfettamente alle necessità della vostra compagnia.

Punti d’interesse:

  • Estremamente adatto al settore chimico
  • Integrabile con sistemi ERP
  • Adeguato a normative EHS

QSA.net

In questo caso specifico, con QSA.net, abbiamo un software che si indirizza sia alle società di consulenza che alle aziende. Si tratta di una soluzione intuitiva e adattabile alle necessità aziendali.

Tra i vantaggi:

  • Gestione documentale sicura in cloud
  • Gestione e formazione del personale
  • Gestione manutenzione, miglioramenti e audit

L'importanza della gestione dell'EHS

Sì, la gestione dell'ambiente, della salute e della sicurezza può sembrare un labirinto legale e normativo.

Ma, d'altra parte, si può vedere questo obbligo come un'opportunità di crescita in termini di prestazioni, qualità e soddisfazione sia dei clienti che dei partner.

Più che uno strumento di gestione, una soluzione EHS rappresenta un vero e proprio strumento di comunicazione trasparente delle risorse umane. Non si tratta più di essere compliant, ma anche di seguire questa nuova tendenza che mette al primo posto la qualità dei servizi e il benessere dei lavoratori.

Selezione software

Yousign

Yousign
La migliore soluzione per la firma elettronica dei documenti
Prenota una demo
Vai alla scheda

Webmecanik

Webmecanik
Soluzioni di marketing in Cloud per un marketing relazionale
Visit Website
Vai alla scheda

N2F

N2F
Dematerializzazione e conservazione a norma delle note spese
Prova Gratuita
Vai alla scheda
Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento