Scalabilità: quando una startup o un business sono scalabili?

Perchè la scalabilità di un business porta alla crescita?

Scalabilità: quando una startup o un business sono scalabili?

Scalabilità... è la nuova parola d'ordine nel mondo delle startup?

In realtà, la parola, che deriva dall’inglese “scale”, è stata usata per la prima volta nel campo dell'informatica. Successivamente, è entrata a far parte del gergo delle start-up che puntano all'ipercrescita.

Selezione software

NetSuite

NetSuite
L'ERP Cloud n°1 per facilitare la vostra scalability
Consulenza Gratuita
Vai alla scheda

Synchroteam

Synchroteam
Soluzione mobile per la pianificazione e la gestione degli i
PROVA GRATUITA
Vai alla scheda

Wrike

Wrike
Un affidabile software di project management
Inizia gratis
Vai alla scheda

Definizione di scalabilità

Definizione di scalabilità computazionale

Un business è scalabile quando punta alla capacità tecnica di un'infrastruttura IT o software nella gestione di un aumento del carico di lavoro in seguito ad una domanda crescente.

In altre parole, un'applicazione scalabile è in grado di supportare un grande aumento del numero di utenti mantenendo le sue prestazioni e funzionalità.

Qualche nozione di elasticità

Quando si parla di scalabilità, spesso ci si imbatte nella nozione di elasticità. Per molti, i due termini significano la stessa cosa.

Altri specialisti, invece, fanno qualche sfumatura.

Ad esempio, la nozione di elasticità è quasi sempre associata al cloud computing, così come all'utilizzo di soluzioni disponibili in modalità SaaS. Quest'ultima permette alle aziende di avere una maggiore capacità di far fronte ai picchi di attività, e alla crescita in generale.

Definizione della scalabilità startup

Come spesso accade nell'ecosistema delle startup, i principi generali di scalabilità sono stati presi in prestito dall'informatica:

Un'impresa scalabile è un'impresa in grado di sostenere sia la crescita economica che quella operativa. Deve essere in grado di produrre di più, ma allo stesso tempo di realizzare economie di scala, riducendo il costo medio unitario di produzione.

Vantaggi di una startup scalabile

L'obiettivo di una startup non è quello di rimanere una start-up per tutta la vita, ma di crescere per diventare una grande azienda.

È quindi comune vedere alcune start-up crescere ad una velocità considerevole.

Ma di fronte a questa folgorante ipercrescita, alcune aziende, mal preparate, si trovano ad affrontare problemi strutturali ed economici.

Adottare un modello economico scalabile significa assicurarsi :

☑️ uno sviluppo più redditizio, e quindi un significativo vantaggio competitivo. Infatti, una startup scalabile può far fronte all'ipercrescita senza dover aumentare significativamente la spesa per la selezione del personale, il materiale e le risorse IT, ecc.

☑️ i favori degli investitori, sempre grazie a una redditività ottimale.

Come fa una startup a diventare scalabile?

Automazione di processo

L'automazione dei suoi processi è la prima condizione per rendere scalabile una startup, al fine di supportare lo scale-up.

Per esempio, quando si sviluppa un negozio online, è importante scegliere il giusto mercato o la giusta piattaforma di e-commerce. Lo strumento selezionato deve infatti consentire di automatizzare il più possibile l'intero percorso del cliente.

💡 Il business online e la scalabilità vanno spesso di pari passo. Tuttavia, per scalare il vostro business, è da preferire il modello di mercato: se il numero di clienti dell'azienda aumenta, ciò non implica investimenti aggiuntivi nella logistica, come nel caso dell'e-commerce.

Un prodotto o servizio adatto a più persone

Non tutte le aziende hanno considerato la scalabilità del loro business model al momento della loro creazione, e questo si può vedere nella scelta del prodotto o del servizio offerto.

L'ideale è infatti quello di anticiparla fin dall'inizio, attraverso un'offerta adatta al maggior numero di persone possibile, con un basso livello di personalizzazione .

Una start-up [...] non ha curato bene la sua scalabilità durante la fase di progettazione quando più di un quarto del suo fatturato deriva dagli adattamenti "su misura" che deve fare per i suoi clienti.

Fonte : Olivier Ezratty

Strumenti operativi modulari

Ogni azienda deve utilizzare strumenti software a supporto del proprio business.

Una startup può essere tentata all'inizio di utilizzare una soluzione economica ma fissa, correndo il rischio essere limitata non appena la sua attività cresce.

D'altro canto, un software troppo costoso può comportare una notevole perdita di entrate se non si raggiungono i risultati attesi.

L'ideale è quindi l'utilizzo di strumenti modulari in grado di adattarsi facilmente all'aumento di attività e di adattarsi alle esigenze dell'azienda (numero di utenti, gamma di funzionalità, ecc.).

💡 Molti sviluppatori hanno scelto per la modularità al fine di soddisfare al meglio le evoluzioni delle aziende. Tutto ciò li ha portati a diventare dei veri e propri Key Success Factor.

Un esempio è la soluzione Netsuite. La promessa di questo software, uno strumento di ERP, di contabilità e Business Intelligence? Essere totalmente modulare e personalizzabile, in particolare grazie ad un sistema di funzionalità "à la carte".

Prevedere l’espansione internazionale

L'ipercrescita va spesso di pari passo con una visione internazionale.

Ma per guadagnare rapidamente quote di mercato all'estero è importante anticipare.

Per questo motivo si raccomanda fin dall'inizio di costruire un sito web sia in italiano che in inglese, per evitare traduzioni dell’ultimo minuto.

Un modello tecnologico scalabile

Infine, la scalabilità IT è uno dei prerequisiti più importanti quando si tratta di rendere scalabile un'impresa.

Le startup scalabili devono avere fin dall'inizio sistemi informatici flessibili in grado di supportare una forte crescita della domanda per evitare bug o rallentamenti.

Ecco perché stiamo entrando più nel dettaglio su questo punto, e identifichiamo alcune buone pratiche da adottare in termini di scalabilità IT.

Best Practices in materia di scalabilità informatica

Controllo interno della propria tecnologia

Alcune startup sono tentate, nelle loro prime fasi, a far sviluppare i loro prodotti sotto contratto.

Tuttavia, per garantire la scalabilità, è importante essere seguiti fin dall'inizio da un CTO (o Chief Technology Officer) e da un solido team interno. Il team, infatti, dev’essere in grado di costruire e mantenere un sito o un'applicazione che regga nel lungo termine.

Scalabilità del software

Sul lato delle applicazioni e del software, gli sviluppatori devono adottare fin dall'inizio misure di estensibilità, in modo da non mettere l'utente di fronte a guasti.

Esistono anche diverse tecniche (comunicazione asincrona tra server, sharding, ecc.), comunemente applicate dai team IT per garantire migliore scalabilità a lungo termine dell'applicazione.

Il test di scalabilità

È importante per un'azienda misurare il livello di scalabilità dell'applicazione che sviluppa, per riuscire ad adattarsi meglio alla crescita della domanda

Si raccomanda pertanto di impostare un processo di test di scalabilità rilevante.

Scalabilità del materiale: orizzontale o verticale?

Anche l'infrastruttura IT e l'hardware fisico di un'azienda devono essere in grado di reggere l'aumento della domanda. Tuttavia, qualsiasi macchina, come i server, ha una capacità limitata per natura. Se questo limite viene superato, si crea un collo di bottiglia.

Ci sono due modi per evitarlo:

Scalabilità orizzontale

La scalabilità orizzontale, consiste nell'aggiungere componenti hardware per soddisfare la domanda. Si tratta, ad esempio, di attrezzare più server (anche temporaneamente) per far fronte all'aumento dei flussi e al bilanciamento del carico.

Scalabilità verticale

Scalabilità verticale, significa aggiungere componenti alle macchine esistenti. Prendiamo l'esempio dei server, che possono beneficiare di risorse aggiuntive (processore, memoria, ecc.) che ne aumentano le prestazioni.

☝️ La scalabilità verticale, a differenza di quella orizzontale, è più limitata. Infatti, mentre è possibile estendere il proprio parco informatico all'infinito (sempre che si abbiano i mezzi, ovviamente), le capacità di un singolo server sono ridotte!

Virtualizzazione

La virtualizzazione è la possibilità di raggruppare le diverse risorse informatiche (server, sistemi operativi, software, ecc.) dell'azienda su un'unica macchina. Questo processo porta molta più flessibilità, sia in termini di scalabilità orizzontale che verticale.

💡 Incontriamo sul mercato molte soluzioni di virtualizzazione. vSphere di VMware, ad esempio, offre differenti versioni che vengono costantemente migliorate per rispondere alle sfide di scalabilità delle aziende. In particolare aggiornando i propri server vSphere 6.0 ha visto aumentare il numero di macchine virtuali per cluster da 4.000 a 8.000 rispetto alla versione 5.5.

Scalabilità o non?

Come si può vedere, quando si tratta del modello di business o dello sviluppo IT, si prevede un obiettivo di scalabilità. Reagire in fretta può portare a errori fatali per la crescita di un'azienda.

Ma non prendiamoci in giro. Se può far sognare sulla carta, per un buon numero di imprenditori la loro attività non può essere scalabile.

L'esempio più noto è il fornitore di servizi, come il parrucchiere. Infatti, se un parrucchiere vede aumentare notevolmente la sua frequenza, il proprietario dovrà assumere personale di conseguenza, o addirittura aprire nuovi locali! In questo caso, il modello non è scalabile.

Selezione software

monday.com

monday.com
La piattaforma più intuitiva per gestire progetti e squadre
Visita il sito
Vai alla scheda

Yousign

Yousign
La migliore soluzione per la firma elettronica dei documenti
Prenota una demo
Vai alla scheda

Kizeo Forms

Kizeo Forms
Utilizza un'unica soluzione e approfitta di molti vantaggi!
Free Trial
Vai alla scheda
Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento