Low code: engineering informatico a basso costo o il futuro della programmazione?

Da Giorgia Frezza
Il 12/07/21
definition backgroundLow code: engineering informatico a basso costo o il futuro della programmazione?

Siamo nel futuro della programmazione dei computer? Il low code, e la sua evoluzione, il no code, sostituirà gli sviluppatori professionisti? Dietro queste domande provocatorie si nasconde una vera sfida tecnologica per le aziende, non così nuova: creare software senza programmazione.

Nel suo ultimo studio, Gartner prevede una crescita di non meno del 23% nella quota di sviluppi low-code nel 2021. Si stima addirittura che, entro il 2024, il 65% delle applicazioni sarà sviluppato in low code.

In questo articolo diamo uno sguardo ai concetti di low code e no code, alle loro sfide e vantaggi, e vi presentiamo piattaforme low code/no code per lanciare il vostro progetto.

Cos'è il low code?

Definizione di low code

Cosa c'è veramente dietro la definizione di low code? La sua traduzione in italiano lo indica chiaramente: "low code" significa letteralmente "poco codice di programmazione". È quindi un metodo di programmazione con pochissimo sviluppo manuale e poche stringhe di codice da scrivere. Non c'è bisogno di conoscenze informatiche per creare un'applicazione!

L'obiettivo principale del low code è quello di rendere lo sviluppo di applicazioni accessibile a tutti, compresi gli sviluppatori non professionisti, o i citizen developers, grazie a una piattaforma preimpostata e facile da usare.

Low code, no code: quali sono le differenze?

Se ci concentriamo sui termini e le loro traduzioni letterali, la sfumatura tra low code e no codice è ovvia per alcuni, impercettibile per altri. Per riassumere:

Differenza tra low code e no code

Metodo Traduzione Target Vantaggi
Low code Poco codice
  • Sviluppatori,
  • Utenti che hanno delle conoscenze informatiche in programmazione
Programmazione in ambiente informatico a tutti gli effetti ma con degli script già preimpostati
No code Nessun codice Citizen developers, utente che intendono programmare ma che non hanno le conoscenze per farlo Sviluppo di un’applicazione senza l’utilizzo di un codice

Sfide e specificità del low code

Una semplice interfaccia per costruire la vostra applicazione senza codice

Le piattaforme low code e no code si basano su un principio: la semplicità di gestione e d'uso in modo che anche gli utenti più inesperti possano abituarsi ad esse.

Le loro interfacce funzionano con un sistema di blocchi per modellare graficamente il software o applicazione con il drag & drop.

  1. Scegliete i blocchi di cui avete bisogno.
  2. Trascinateli e rilasciateli sul vostro spazio di lavoro.
  3. Regolate le loro posizioni per ottenere l'interfaccia che volete.

Uno sviluppo economico

Prima di tutto, questa metodologia di programmazione è a costo quasi zero: questi blocchi, modelli, widget o plugin sono tutti riutilizzabili. Tutto esiste già, dovete "solo" scegliere da una libreria di possibilità per costruire la vostra applicazione personalizzata... senza sviluppo aggiuntivo.

Il risparmio è quindi, alla fine, anche finanziario.

La fine degli sviluppatori professionisti?

Low code o no code non significa che gli sviluppatori professionisti scompariranno o che la programmazione sarà interamente automatizzata. Proprio come serverless non ha fatto sparire i server, ma li ha fatti evolvere, low code e no code inducono anche :

  • una necessità di programmazione a monte dello sviluppo dell'applicazione, nella stessa piattaforma a basso codice;
  • uno sviluppo agile e pratico per migliorare l'applicazione.

Vantaggi del low code e del no code

1 - Sviluppare più velocemente

Il vantaggio ovvio è che si risparmiano giorni, settimane o addirittura mesi di sviluppo per ottenere un'applicazione funzionante che soddisfi i bisogni del vostro business.

Nel caso del low code, il lavoro degli sviluppatori è ridotto, ma limitato a compiti mirati e della massima efficienza. Dimenticate le ore sprecate a cercare bug nel codice e concentratevi sullo sviluppo di caratteristiche importanti che creano valore per i vostri utenti.

Con uno strumento senza codice, poche ore possono essere sufficienti per ottenere un'applicazione e soddisfare i bisogni del vostro business.

🔍 Secondo Redhat, le soluzioni low code/no code riducono il tempo di sviluppo del 90%.

2 - Testare un'idea a basso costo

Avete un'idea, ma come passare a un'applicazione concreta? No code ti permette di evitare di essere bloccato da limitazioni tecniche quando siete degli imprenditori e non disponete di un’armata di sviluppatori a portata di mano per dare vita alla vostra idea.

In poche ore, è possibile impostare una landing page, per esempio, per lanciare dei test su un POC (Proof of Concept). Si crea un MVP (minimum viable product) per poterlo testare sul mercato prima di mettere a disposizione un budget importante per il progetto. Poi si passa attraverso le iterazioni per migliorare continuamente il prodotto in base ai risultati dei test. Solo allora sarà il caso di assumere uno sviluppatore professionista.

🦄 Questa è la storia di successo di Comet, la startup lanciata esclusivamente su base no code, che dal 2016 ha moltiplicato la raccolta di fondi.

3 - Ridurre i costi di sviluppo

Conseguenza logica dei due punti precedenti: se si spende meno tempo a creare un software no code, si riducono meccanicamente i costi di sviluppo. Uno strumento low code o no code è facile da usare: si riutilizzano blocchi visivi preesistenti e si risparmia anche tempo di formazione su uno strumento.

🔍 Mendix indica in uno studio che il 70% degli utenti low code che non avevano alcuna conoscenza di questi strumenti li hanno padroneggiati in meno di un mese, e addirittura il 28% in meno di due settimane.

4 - Soddisfare bisogni specifici con più flessibilità

Uno dei vostri team aziendali ha una richiesta aziendale specifica e chiede al team tecnico di soddisfarla. Ma il team tecnico ha la sua tabella di marcia da seguire con sviluppi più "importanti". Quale azienda non ha mai avuto tensioni con questo scenario?

5 - Alleggerire i programmatori e i team tecnici

Come abbiamo spiegato, optare per il low code, e ancora di più per il no code, è una garanzia per razionalizzare il tempo dei team tecnici.

Ma dopo tutto, un progetto low-code o no-code non sarebbe altro che un progetto "come qualsiasi altro"? In altre parole, sta a voi definire con precisione i vostri bisogni e stabilire i vostri bisogni specifici prima di lanciarvi.

  • Il low code: troppo costoso? Tutto dipende dallo strumento che si sceglie e dalle caratteristiche di cui si ha bisogno, dal tempo che ci si dedica e dal bisogno di sviluppo professionale successivo. Stabilite il vostro budget in anticipo e confrontate le offerte per decidere se il low code è più vantaggioso dei servizi di uno sviluppatore professionista.
  • Non abbastanza personalizzabile? Questo è un falso problema, se si usa il low code per creare un MVP o una landing page, testare e validare un mercato. Si può poi andare oltre con l'adattamento al mercato del prodotto, e a quel punto chiamare un team di sviluppatori per personalizzare ulteriormente l'applicazione.

In breve, low code e no code offrono infinite possibilità di creare, innovare e lanciare imprese in tempo record. E voi, avete un’idea da sviluppare?

La trasparenza è un valore fondamentale per Appvizer. Come media company, il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori un contenuto utile e di qualità, che al tempo stesso permetta ad Appvizer di vivere di questo contenuto. Ecco perché ti invitiamo a scoprire il nostro business model.   Per saperne di più