Manutenzione preventiva: cos'è e come realizzarla nell'industria 4.0

Manutenzione preventiva: che cosa significa?

Manutenzione preventiva: che cosa significa?

Definire la manutenzione preventiva è più complesso di quanto appaia. Applicare questo processo consiste nell’anticipare le necessità di manutenzione per evitare uno stop della produzione in seguito al verificarsi di un guasto ad un macchinario.

Si tratta di una tipologia di manutenzione molto comune e abbastanza semplice da mettere in pratica, oltreché poco costosa.

Esistono più tipi di manutenzione. Quale scegliere? Cosa differenzia le varie tipologie? Quale software scegliere per avviare un piano di manutenzione? Scopriamolo insieme!

Manutenzione preventiva: di cosa si tratta?

Definizione di manutenzione preventiva

La manutenzione preventiva, mira ad anticipare i guasti prima che questi si presentino.

Per metterla in pratica, bisogna per prima cosa individuare i componenti critici di un macchinario. Successivamente, intervenire basandosi sulle indicazioni del produttore in questione.

Il limite principale è costituito dal fatto che l’intervento avviene indipendentemente dall’usura di un componente. Il rischio è quindi quello di sprecare risorse per delle manutenzioni inutili. Tuttavia, nel complesso, questa manutenzione è più conveniente rispetto ad una manutenzione correttiva, in cui si interviene solamente al verificarsi di un problema.

Gli obiettivi della manutenzione preventiva

L’obiettivo è duplice: ridurre la frequenza dei guasti e, quindi, le riparazioni.

Oltre ad aumentare il ciclo di vita dei macchinari, questo tipo di maintenance management permette un ricorso minore ai fermi macchina.

Infatti, è possibile pianificare le riparazioni dei macchinari nel momento più opportuno, ovvero quando queste hanno un impatto minimo sui processi produttivi. Inoltre, si risparmiano soldi e si aumenta la produttività.

Manutenzione predittiva e preventiva: quali differenze?

Manutenzione preventiva: definizione

La manutenzione preventiva è un tipo di manutenzione pianificata in anticipo, secondo un planning di interventi regolari e predefiniti. Le tempistiche si basano sulle indicazioni del produttore dei macchinari.

Non permette, quindi, di prevedere i guasti. Pertanto, può comportare delle operazioni di manutenzione superflue e che si sarebbero evitate con il metodo predittivo.

Tuttavia, la manutenzione predittiva è più complessa da implementare, e quindi adatta principalmente ad aziende di grandi dimensioni.

I vantaggi della manutenzione predittiva

Ecco i principali vantaggi:

  • ridurre il numero di interruzioni dei macchinari per operazioni di manutenzione,
  • ridurre il numero di guasti,
  • pianificare gli interventi più adeguatamente,
  • preparare i tecnici in modo migliore,
  • una comunicazione più efficace tra i tecnici e i team produttivi, ecc.

Gli altri tipi di manutenzione

La manutenzione correttiva interviene solamente quando il guasto si è già verificato e comprende:

  • la manutenzione palliativa: consiste nel riparare temporaneamente uno o più guasti, in modo che la macchina possa, in parte o completamente, continuare a svolgere la sua funzione;
  • la manutenzione curativa: consiste nel riportare una macchina ad un determinato stato in modo che possa svolgere una determinata funzione.

Esiste poi la manutenzione condizionale, che si applica quando un macchinario mostra dei difetti che, se non risolti, potrebbero alla lunga causare dei veri e propri danni.

I big data al servizio della manutenzione industriale

Manutenzione e IoT: un matrimonio conveniente

Come può la manutenzione predittiva permettere di anticipare le operazioni necessarie da effettuare, e di diminuire il numero di riparazioni e di costi associati? Grazie all’analisi dei dati resa possibile dall’Internet of Things (IoT). Oggi parliamo di “manutenzione 4.0” o di “industria 4.0”.

Come funziona?

I sensori sui macchinari permettono un monitoraggio in tempo reale degli strumenti di produzione. Trasmettono i dati ad un programma software per l'analisi da parte di un tecnico dell'assistenza per:

  • determinare la probabilità di un difetto,
  • determinare i possibili difetti,
  • intervenire prima del guasto,
  • prevedere il tipo di manutenzione necessaria.

Per implementare un piano di manutenzione e ridurre i costi globali, esistono dei software per la gestione della manutenzione, chiamati CMMS (Computerized Maintenance Management System).

Mainsim è un CMMS molto intuitivo e disponibile tramite App per dispositivi mobili e desktop.

Plangei è perfetta per le aziende internazionalizzate che operano in più paesi.

Mig offre varie funzionalità, per una manutenzione completa e globale.

La manutenzione predittiva, l’evoluzione della manutenzione preventiva?

La manutenzione predittiva offre moltissimi vantaggi, permettendo di prevenire diversi problemi. Inoltre, permette un notevole risparmio economico.

Secondo uno studio del McKinsey Global Institute, la manutenzione predittiva permetterà a livello globale un risparmio per le aziende variabile tra i $240 e i $630 miliardi nel 2025.

La manutenzione predittiva sembra quindi avere un grande futuro davanti a sé!

 

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento