Psicologia del lavoro: l'effetto pigmalione per spronare il team

effetto pigmalione definizione

Che cos'è l'effetto Pigmalione, o  Rosenthal ? Lo scopo di questo articolo è quello di dare una definizione completa di questo soggetto di psicologia, che può essere adattato all'ambiente professionale. Descriviamo l'origine di questo concetto, come risultato di un esperimento condotto prima sui ratti, poi sugli studenti di una scuola.

Conoscere l'effetto pigmalione può essere un'ulteriore chiave per essere un buon manager: saper adattare il proprio comportamento per superare i pregiudizi e migliorare le prestazioni del proprio team è un punto di forza.

Selezione software

smsmode

smsmode
SMS Agregator - CPaaS - Communication Plateform As A Service
Visita il sito
Vai alla scheda

N2F

N2F
Dematerializzazione e conservazione a norma delle note spese
Prova Gratuita
Vai alla scheda

Zoho CRM

Zoho CRM
Fai più vendite in meno tempo
Visit Website
Vai alla scheda

Effetto pigmalione: definizione

Cerchiamo di capire questo concetto con una semplice definizione. Che cos'è l'effetto pigmalione? Questa è quella che in psicologia viene definita una profezia auto-realizzativa, secondo la quale il giudizio di una persona o di se stessi influenza  condiziona il nostro comportamento.

effetto pigmalione definizione

Il semplice fatto che un soggetto creda nelle sue capacità e abilità migliora le sue possibilità di raggiungere degli obiettivi con risultati concreti.

Questo vale sia se si tratta di una terza persona che crede nelle capacità di un individuo, sia di un individuo che crede nelle proprie capacità. In entrambi i casi, la persona in questione sarà messa a proprio agio lavorando sereno e motivato da uno stato d'animo positivo, come dei comportamenti e/o azioni che lo motivano e lo mettono di buon umore.

La fiducia in se stessi è il primo segreto del successo.

R.W Emerson.

L'effetto pigmalione è chiamato anche effetto Rosenthal, dal nome dello psicologo che l'ha studiato e concettualizzato, ma ci soffermeremo su questo più tardi.

Fin qui qualche similitudine con il metodo Coué o di autosuggestione? Ebbene l'effetto pigmalione è parecchio simile, infatti,  il potere del pensiero e dell'autosuggestione, nel caso del metodo Coué, dovrebbe portare risultati positivi concreti nella vita di un soggetto.

Origine ed etimologia: Pigmalione e Galatea

Per comprendere la vicenda bisogna partire da un mito greco.
Pigmalione era uno scultore cipriota dell'antichità, figlio di Atena ed Efesto. Si era votato al celibato, rivoltandosi prima contro le Propediti, prostitute che vivono sull'isola di Cipro, e poi contro l'istituzione del matrimonio stesso.

Dopo aver scolpito una statua di una donna ideale, così tanto bella da innamorarsene, decide di chiedere alla dea Venere di trasformarla in una donna vera. La dea decide di accogliere questa richiesta e così Pigmalione può finalmente sposare la sua amata Galatea.

pigmalione e galatea

Jean-Léon Gérôme, Pygmalion et Galatée, 1890

Effetto pigmalione vs effetto Golem

L'effetto Golem è l'opposto dell'effetto Pigmalione, non a caso si parla di Pigmalione-inverso.  Si tratta di un'altra profezia che si auto-avvera, questa volta, però, con origini dalla mitologia ebraica.

L'effetto Golem è così definito: le basse aspettative di un individuo portano insidiosamente a prestazioni inferiori da parte sua.

Potreste aver già sentito parlare di questo esperimento condotto su due vasi di riso (Esperimento di Masaru Emoto):

  • Mettere il riso in due pentole diverse.
  • Al primo, dire parole gentili, con una voce morbida e allegra.
  • Al secondo, parole sgradevoli, persino offensive, con un tono minaccioso.

Nel corso delle settimane, vedrete che il secondo vaso marcirà, mentre il primo non si è mosso.
Allo stesso modo, dite a un bambino che non è bravo e non ce la farà mai nella vita e  il suo rendimento accademico sarà scarso. Un insegnante che pensa che uno studente sia meno dotato di un altro gli offrirà esercizi più semplici e non lo farà progredire quanto uno studente che considera "migliore", da cui si aspetterà di più.

L'esperienza dello psicologo Dr. Rosenthal

Esperimento n. 1: Esperimento sui ratti

Robert Rosenthal e il suo team hanno lavorato con un gruppo di studenti che stavano conducendo un esperimento e studiando il comportamento dei ratti in un contesto di apprendimento labirinto.

🐁 Due gruppi di studenti hanno ricevuto ratti da studiare:

  • il gruppo 1 ha ricevuto i ratti "intelligenti";
  • il gruppo 2 ha ricevuto ratti "stupidi".

🐁 Quello che non sapevano era che i ratti erano tutti uguali: nessuno era più intelligente o più stupido dei loro compagni di ratti. Come risultato:

  • gli studenti del gruppo 1 hanno stimolato di più i ratti, pensando che fossero più intelligenti degli altri e quindi in grado di ottenere risultati migliori nel labirinto.
  • gli studenti del gruppo 2 si sono comportati in modo opposto e hanno lasciato disfattista sulle capacità dei loro ratti.

Conclusione dell'esperimento: i ratti che gli studenti ritenevano più intelligenti hanno effettivamente ottenuto risultati migliori nell'esperimento. In realtà, è cambiata solo la percezione degli studenti. E' l'effetto Rosenthal.

Esperimento n. 2: Esperimento sui bambini

L'esperimento precedente è stato replicato sui bambini sotto la supervisione di Robert Rosenthal e Lenore Jacobson alla Oak School di San Francisco, USA.

I ricercatori si pongono come un gruppo di ricerca dell'Università di Harvard il cui focus è "lo sviluppo tardivo degli studenti". L'obiettivo dichiarato è quindi quello di misurare le capacità dei bambini somministrando test di QI.

Corso dell'esperienza:

  • tutti gli studenti vengono messi sotto esame
  • i risultati vengono trasmessi "per caso" al personale docente, ma i risultati non sono veramente quelli ottenuti dai bambini.
  • in realtà, i punteggi sono stati assegnati in modo casuale: al 20% degli studenti è stato assegnato un punteggio eccessivo.

Alla fine dell'anno scolastico, R. R. Rosenthal e L. Jacobson somministrano una nuova valutazione agli studenti. I risultati sono gli stessi dell'esperimento dei ratti: gli studenti, i cui insegnanti ritenevano di essere più dotati, hanno effettivamente ottenuto risultati migliori.

Applicazioni dell'effetto pigmalione

Su base giornaliera

L'effetto Pigmalione è una leva per raggiungere gli obiettivi, per avere una migliore immagine di se stessi, per credere nelle proprie capacità e per far credere gli altri nelle loro capacità.

Crea un circolo vizioso di comportamenti positivi e premurosi verso gli altri e, soprattutto, verso se stessi.

circolo vizioso effetto Roshental
©️ Claudia Galli
  • Un comportamento positivo verso qualcuno può avere grandi conseguenze benefiche:
  • fiducia in se stessi
  • l'autostima
  • la motivazione
  • l'immagine che abbiamo di noi stessi e degli altri
  • l'impegno
  • i mezzi utilizzati per raggiungere un obiettivo
  • i nostri risultati, ecc.

Se parlare con le piante con amore le aiuta a crescere, immaginate cosa fa agli esseri umani parlare con amore.

A scuola

L'istruzione in generale, e la scuola soprattutto, è uno dei campi di applicazione più importanti dell'effetto pigmalione.

Un insegnante che crede nei suoi studenti e pensa che tutti abbiano le stesse possibilità di successo inconsciamente dà loro le stesse possibilità.

Dal film "The Help" di Tate Donovan

Diversi fattori entrano in gioco, come ad esempio:

  • l'ambiente generale creato dal corpo docente
  • lo spazio assegnato ad ogni studente nella classe (tempo e attenzione)
  • l'opportunità per gli studenti di esprimersi
  • l'equilibrio di punizioni e ricompense

Ciò vale anche per la formazione in generale, compresa quella professionale.

Nel management

Tutti i manager hanno aspettative nei confronti dei membri del loro team, è naturale. Ma il modo in cui vengono affrontate le cose può variare drasticamente e influenzare il comportamento dei dipendenti.

La logica è, alla fine, la stessa degli studenti di una scuola.

Dite ai vostri dipendenti che non sono abbastanza competenti e che non avete altra scelta se non quella di controllare il loro lavoro, e non daranno il meglio di sé stessi. Saranno frustrati, stressati e avranno paura di fallire. Il risultato? voi sarete delusi dalla loro mancanza di autonomia o abilità.
effetto golem

Al contrario, mostrate alla vostra squadra che credete in loro, e loro faranno tutto il possibile per dimostrare che hai ragione. Risultato: gli obiettivi saranno raggiunti e la performance complessiva della squadra sarà migliore!

Leggete anche:https://www.appvizer.it/rivista/risorse-umane/sistemi-informativi-hr/talent-management-una-marcia-in-piu-nelle-vostre-performance

L'effetto pigmalione dalla teoria alla pratica

Come puoi integrare concretamente l'effetto pigmalione nella tua vita? Qualche consiglio finale.

  • Favorite la gentilezza verso gli altri e per se stessi
  • Ricordate solo le osservazioni positive
  • Fate osservazioni negative e costruttive, quando possibile, per progredire e trarne forza
  • Siate consapevoli di tutto ciò che è positivo intorno a voi, piuttosto che notare il negativo
  • OSARE! Ci sarà sempre qualcuno che vi dirà di non iniziare per questo o quel motivo; dimenticate quella persona e ascoltate il vostro desiderio
  • Credete in voi stessi, nelle vostre capacità e nei vostri piani: se non ci credete, chi lo farà?
  • Non dimenticate mai di essere aperti e toleranti
  • Smettetela con i giudizi e le generalizzazioni
  • ..... e applicate tutto questo anche ad altri aspetti della vita 😉
Selezione software

Proggio

Proggio
Task & Project management collaborativa
Visit Website
Vai alla scheda

noCRM.io

noCRM.io
Soluzione efficace di gestione dei lead per i commerciali
Provalo Gratis
Vai alla scheda

Newsletter2Go

Newsletter2Go
Software di email marketing facile e gratuito
Visit Website
Vai alla scheda
Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento